Magazine Diario personale

Per te. Me. Voi

Da Futura @futurasemola
Tu che "controllami il buco dietro"
Io che "nonna non c è"
Tu che shshshshsh con la lacca
Io che "il buco Dell ozono ringraziaaaa"
 e si rideva
***
Tu che al citofono " chi é?"
"iooo" - salivo le scale di corsa con il mio passo felpato.
Tu che "non sbattere quei piediiiii! “
E ci baciavamo
***
Tu che la notte nel lettone ci insegnavi le preghiere
Io che dormivo con la tua mano nella mia ma con il cuscino in mezzo
***
Tu che già da grande andavi a dar da mangiare alle anziane,
Io che curiosa qualche volte ti accompagnavo.
***
Tu che in palestra con me e mamma ti vantavi di essere più giovane di me
Io che ti dicevo di lasciar perdere lo step
***
Tu che la minestrina di nonna è il più buon intruglio di acqua, carote, sedano, cipolla, prezzemolo e concentrato
Io che buona come la tua nn sono mai riuscita a farle queste stelline...
***
Tu che "al viaggio non rinuncio, risparmio in altro"
Io che "brava nonna!"
***
Tu che il tuo sorriso era gioia pura perché la vita ti ha sorriso poco ma sei sempre stata una donna forte.
***
Tu che ci facevi divertire con i tuoi "champagne! E nn aprite il brut!!!!"
***
Io che entravo a casa tua e accendevo quella rosa che ti regalai per caso
Tu che la spegnevi quando andavo via
***
Tu che sola ad un certo punto avevi paura di rimanere.
***
Io che aprivo ogni cassetto di casa giusto per il gusto di farlo
Tu che" trovato il tesoro? "
***
Tu che ti sei sempre preoccupata per Noi
Noi che ultimamente ci preoccupava o per te ma mai abbastanza per ringraziarti completamente
***
Tu che a Natale ci facevi la busta
Io che ti chiedevo un pensiero per averlo sempre.
***
Tu che sempre a Natale toccavi e spiavi tutti i regali
Io che ti sgrida o come se fossi una bambina
***
Tu che al mare eri sempre elegante con il costume intero nero  l asciugamano ben piegato e la spiaggina
***
Tu che difendevi il piccolino
Noi che lo facevamo piangere
***
Tu che "un sabato ciascuno... Insieme no!"
Noi che dormiamo in 3 nel tuo lettone
***
Tu che mi raccontavi della tua infanzia
Io che non mi sta cavo di chiederti i dettagli
***
Tu che ci sei sempre stata nei momenti felici. Sempre fiera dei traguardo raggiunti.
Saresti fiera di me anche oggi?
***
Tu che in borsetta avevi sempre le mentos, i fazzoletti e il burrocacao
Io che avevo sempre bisogno di qualcosa.
***
Tu che "la domenica si va a messa"
Io che leggevo il foglietto per capire tra quanto sarebbe finita
***
Tu che le chiavi di casa le mettevi in un borsellino e le prendevi quando stavamo per arrivare a casa
Io che ti prendevo in giro e ora la mia borsa è piena di sacchettini
***
Per te. Me. Voi
Io che entravo in salone e per accendere la luce facevo tentennare il vaso
Tu che dalla cucina mi urlavi "il vaso"
Io che "nonna ti giuro quando muori lo lancio dalle scale"
E ora Nonna... Che faccio?
Mantengo la promessa???
firma
http://amaliatrice.blogspot.com/feeds/posts/default

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog