Magazine Cultura

Perché festeggiamo la Festa della Donna e regaliamo la mimosa?

Creato il 08 marzo 2020 da La Civetta Di Torino @CivettaTorino

Buon 8 marzo a tutte le donne!

Qual è l’origine di questa giornata? Spesso lo racconto durante il mio tour Memorie di Donne al Monumentale di Torino

Come la maggior parte delle persone, pensavo che la Festa della Donna fosse stata istituita per ricordare le operaie di New York morte nel 1908 in un incendio, mentre lavoravano nella fabbrica Cotton. Ho scoperto che questa è una leggenda metropolitana: a New York non è mai esistita una fabbrica Cotton e non c’è stato nessun incendio nel 1908.

La Giornata Internazionale della Donna è nata per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, per non dimenticare le discriminazioni e le violenze che hanno subito e che continuano a subire. In seguito ad alcuni congressi, la Giornata venne istituita negli USA dal Partito Socialista il 23 febbraio 1909. In quel giorno fu organizzata a New York una manifestazione, seguita da molte altre, per rivendicare il diritto di voto, l’aumento del salario e migliori condizioni di lavoro per le operaie. Dagli USA l’iniziativa si diffuse anche in altre nazioni.

La data dell’8 marzo venne scelta nel 1924 dalle delegate della II Conferenza Internazionale delle Donne Comuniste a Mosca, per ricordare la manifestazione femminile dell’8 marzo 1917 a San Pietroburgo per richiedere la fine della guerra.

In Italia è dal 1922, su iniziativa del Partito Comunista, che si festeggia la Festa della Donna (con qualche interruzione durante la guerra).

E’ nel dopoguerra che si diffonde la leggenda dell’incendio. Probabilmente prese le mosse da un incidente che avvenne realmente a New York il 25 marzo 1911: in un incendio morirono nella fabbrica Triangle 146 operai, per lo più donne.

La MIMOSA, fiore caratteristico di questo periodo dell’anno, è stato scelto nel 1946 come simbolo dalle femministe ex-partigiane italiane TERESA NOCE, RITA MONTAGNANA (entrambe torinesi) e TERESA MATTEI (genovese). Era il fiore che i partigiani regalavano alle staffette. Ricordava la lotta sulle montagne e poteva essere raccolto a mazzi e gratuitamente. Rita Montagnana è sepolta nel Cimitero Parco di Torino, Teresa Noce nella Certosa di Bologna e Teresa Mattei nel Cimitero del Verano a Roma.

Perché festeggiamo la Festa della Donna e regaliamo la mimosa?

Rita Montagnana, Teresa Noce, Teresa Mattei

.
Immagine di copertina: Angelo Morbelli, Per 80 centesimi, 1895, Fondazione Museo Francesco Borgogna Vercelli

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi supportare la mia attività, puoi fare una donazione con PayPal. Grazie! Trovi il pulsante DONAZIONE sullo schermo in alto a destra o in basso a sinistra.
Testi e immagini (dove non specificato altrimenti) © Manuela Vetrano. Se vuoi usare questo materiale, scrivimi: [email protected]

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog