Magazine Attualità

Perché per me Sanremo è Sanremo

Creato il 08 febbraio 2020 da Candidonews @Candidonews

Perché per me Sanremo è Sanremo

Questa sera c'è la finale del Festival di Sanremo e voglio condividere con voi una riflessione, dedicata soprattutto a quelli che mal sopportano chi guarda il programma. Sanremo è per me fonte di innumerevoli ricordi. Quando, da piccolino, registravo su cassetta "Perdere l'amore" e gli altri brani del Festival '88 per creare una compilation a mia madre. Quando, sul camion di mio padre, mentre effettuava consegne di lavoro, parlavamo di quanto fosse bella "Almeno tu nell'universo" di Mia Martini, Festival' 89. Oppure quando io e mio padre, per fare un regalo a mia madre, girammo vari negozi per trovare la musicassetta con "Se stiamo insieme" di Cocciante.

Sanremo è il numero speciale di Sorrisi e Canzoni con tutti i testi dei brani in gara. È la pagella con i voti ai cantanti che scrivevo da piccolo assieme a mia madre. È la sigla evergreen del '95 voluta da Baudo e diventata un tormentone (Perché Sanremo è Sanremo)!

Il Festival mi ha dato l'opportunità di assistere alla nascita artistica di alcune delle voci più belle del nostro paese, Giorgia, Andrea Bocelli, Laura Pausini, tanto per citarne alcune.

Insomma Sanremo non è solo un programma TV, è un evento legato a ricordi di famiglia, amicizia, condivisione, spensieratezza.

Ecco perché, anche oggi, continuo a vederlo e non mi vergogno, anzi. Mi consente di passare qualche ora divertendomi, in compagnia, pensando anche a quei dolci ricordi di bambino, di adolescente, di figlio.

D.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog