Magazine Bambini

Perché proprio ieri (e altri eccidi)

Da Virginia Less

Me l’ha appena chiesto un giovane vicino, studente di scuola  media. Quale nonna/prof mi presto volentieri a questi mini interventi didattici.   In verità era informato della  giornata della memoria: se n’era parlato a scuola e in TV.  Gli mancava (o forse si era distratto) la motivazione della data e, a seguito della mia  succinta spiegazione -l’arrivo delle truppe sovietiche ad Auschwitz -, ha voluto mostrarmi di essere preparato sull’argomento. Conosceva il numero stimato delle vittime, compresi zingari e gay; la sua classe aveva letto “Se questo è un uomo” e, l’anno prima, “Il diario di Anna Frank”. E, me ne sono per così dire compiaciuta, era palese la sua ripulsa  etica e  anche emotiva degli orrori nazisti.

Perché proprio ieri (e altri eccidi)
Nel congedarsi  ha chiesto quanti pellerossa sono stati uccisi in America  durante le lotte con i bianchi. Non si fermato per ascoltare la risposta: “Magari un’alta volta ne parliamo” ha detto, già sulla porta. Sì, sarà il caso.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :