Magazine Diario personale

Perché Sanremo è Sanremo/1

Da Iomemestessa

In attesa del pagellone di domani sui cantanti (lo so, non state più nella pelle), due parole (e qualche voto) sul resto del cucuzzaro.

È un bello show, uno spettacolo gradevole, per una volta non noioso.

1. Pierfrancesco Favino 9

Per me Favino può leggere pure l’elenco del telefono, e direi che è bravissimo. A parte questa devianza mia personale, Favino è una sorpresa. Canta (bene), balla (bene), conduce con garbo. Ha intervistato Sting in inglese senza incertezze e con una voce che… Vabbé, A star is born. E adesso però, per favore, la smetta di fare quell’insulsa pubblicità, prima che arrivi la gallina Rosita e ci spezzi l’incanto.

2. Michelle Hunzicker 8,5

È bella, indossa gli abiti come poche (quello nero, bellissimo, della prima sera sarebbe stato volgare su molte). Sa presentare, cantare, ballare. La prima sera ha faticato a decollare, e ha riso un po’ troppo. Nella seconda è visibilmente migliorata. Anche lei, avercene.

3. Claudio Baglioni 6

Ha fatto più ritocchini di Ornella Vanoni. È auto-referenziale. Ha il calore umano di un frigidaire e quando prova a fare il simpatico lo sforzo si intravede anche sotto il botox. Ma quando canta non ce n’è per nessuno. E ha costruito un festival dove davvero, per una volta, la musica è al centro dello spettacolo. Sufficiente, ma non eccellente.

4. Pippo Baudo 9

Non è un voto alla carriera. Pippo È il festival. Ne incarna essenza e sostanza. Il suo monologo di ieri è stato un piccolo capolavoro. E quando ha minacciato di fare un golpe, ed esautorare il ‘caro’ Claudio, per un attimo ci ho sperato. Una notazione: i capelli bianchi gli stanno meglio di quell’orrenda tintura che portava a spasso.

5. Il Volo 1

Gli avrei dato 0, ma l’anno scorso, sempre al festival, mi è stata impartita una (giusta) lezione di docimologia e quindi li omaggio di un 1. Hanno scempiato una canzone che amo immensamente (Canzone per te), stuprato miseramente Puccini, ma soprattutto li hanno mandati in onda alle 22 relegando Vecchioni all’una. E io me lo sono perso.

A domani, per il pagellone delle canzoni.

Annunci &b; &b;

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :