Magazine Cultura

Peto e furbetto

Creato il 20 febbraio 2019 da Renzomazzetti

PETO E FURBETTOCera una volta una modernità che faceva la birichina, ballettava sull'ironia, sbeffeggiava l'autorità, non tutta, beninteso, ma quella di quel sindaco che, beffardo e presuntuoso premiava la spazzina volontaria. Quel premiare avrebbe avuto valore, sarebbe stato sincero e apprezzato se ricevuto dalle autorevoli mani dimissionarie per manifesta incapacità di tener pulita la città. La novella continuava così: C'era una volta un sindaco un po' ipocrita e un po' furbetto carente nella pulizia del paesello. Una signora non ne poteva più di quella sporcizia e con la ramazza si mise a scopare il marciapiede e la piazzetta nei pressi della propria abitazione. Scopa oggi scopa domani ricevette una bella medaglia, scopa oggi scopa domani ricevette una coppa, scopa oggi scopa domani ricevette un nastro rosso e giallo, scopa oggi scopa domani... sss... : il bimbo si è addormentato con un sorridente respiro, è rilassato così tanto che dal piccolo profondo rumoreggia un grande peto. (Ricordo da un racconto di Tirella).

TEMPI EUROPEI

Europei quei tempi
Ignoranti
Specchietti
Liberal Democratich
Agiati
Evanescenti
Merkel-Macron-Gentilon
Furbacchion?

-Renzo Mazzetti-

(10 Agosto 2017)

Vedi:

RITO PASSATO (FAVOLA E NINNANANNA)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine