Magazine Cultura

Piccoli inizi

Da Gabrielederitis @gabriele1948

_______________________________________________________________

Piccoli inizi

Mercoledì 14 marzo 2018

Piccoli inizi

Il miglior rimedio contro il tedio è sempre un nuovo inizio. Per questo, andiamo in cerca, quando il tempo si arresta, non sempre fortunati, ché non sempre troviamo quel che serve per tornare a vedere scorrere il flusso della vita senza dolore.

Entrare in un gruppo di lettura, scoprire un grande scrittore, inaugurare un nuovo sito nel web, acquistare un Mac da 27″ e un tablet e uno smartphone performanti sono gesti inaugurali che procurano il benessere emotivo che accompagna ogni nuovo inizio. Stiamo bene per un po’, perché ci sembra che da quell’inizio possano derivare file di continuità che ci faranno stare bene ancora, durevolmente.

In realtà, si tratta sempre di piccoli inizi, destinati a non durare, a non produrre continuità.  Torna la noia, se non nella forma dolorosa che conosciamo, sicuramente con il venir meno dell’interesse per tutto ciò che ha accompagnato il gesto iniziale.

Sempre torniamo a mettere ordine nelle cose intorno a noi, a dare una nuova sistemazione ai libri della biblioteca personale, a catalogare un libro che non trovava il suo posto; a classificare, gerarchizzare le idee, articolarle in modo nuovo, a dare vita a nuove costellazioni di senso; a dare profondità al proprio sentire, dando un nome alle cose; a lasciare dappertutto tracce di sé, con la speranza che qualcuno intercetti una traccia e prenda a seguirci e prenda a parlarci, mostrando finalmente di avere qualcosa da dirci…

_______________________________________________________________


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog