Magazine Per Lei

Piede diabetico, rischio amputazione?

Creato il 30 gennaio 2019 da Belloweb @belloweb2

Forse hai mai sentito un medico dire che il modo migliore per stare bene è vivere con una malattia cronica, cioè una malattia incurabile che deve essere tenuta sotto controllo per tutta la vita. Forse potrebbe sembrare paradossale, ma un fatto è vero perché una condizione di questo tipo ci costringe a seguire una serie di cure per mantenere una buona qualità della vita.

Piede diabetico, rischio amputazione?

Amputazione Piede Diabetico

" data-orig-size="400,271" data-image-title="amputazione-piede-diabetico" class="aligncenter size-full wp-image-1555 jetpack-lazy-image" data-orig-file="https://i0.wp.com/www.curaerimedi.it/wp-content/uploads/2019/01/amputazione-piede-diabetico.jpg?fit=400%2C271&ssl;=1" data-recalc-dims="1" width="400" alt="Amputazione Piede Diabetico" data-medium-file="https://i0.wp.com/www.curaerimedi.it/wp-content/uploads/2019/01/amputazione-piede-diabetico.jpg?fit=300%2C203&ssl;=1" data-permalink="https://www.curaerimedi.it/salute/piede-diabetico-rischio-amputazione/attachment/amputazione-piede-diabetico/" data-image-meta="{"aperture":"0","credit":"","camera":"","caption":"","created_timestamp":"0","copyright":"","focal_length":"0","iso":"0","shutter_speed":"0","title":"","orientation":"1"}" data-lazy-srcset="https://i0.wp.com/www.curaerimedi.it/wp-content/uploads/2019/01/amputazione-piede-diabetico.jpg?w=400&ssl;=1 400w, https://i0.wp.com/www.curaerimedi.it/wp-content/uploads/2019/01/amputazione-piede-diabetico.jpg?resize=300%2C203&ssl;=1 300w" height="271" srcset="data:image/gif;base64,R0lGODlhAQABAIAAAAAAAP///yH5BAEAAAAALAAAAAABAAEAAAIBRAA7" data-lazy-sizes="(max-width: 400px) 100vw, 400px" data-large-file="https://i0.wp.com/www.curaerimedi.it/wp-content/uploads/2019/01/amputazione-piede-diabetico.jpg?fit=400%2C271&ssl;=1" data-lazy-src="https://i0.wp.com/www.curaerimedi.it/wp-content/uploads/2019/01/amputazione-piede-diabetico.jpg?resize=400%2C271&is-pending-load;=1#038;ssl=1" />Amputazione Piede Diabetico

Ciò accade con il diabete , perché una volta diagnosticata, la persona deve rompere con il proprio passato e iniziare una nuova vita, che comprende, in primo luogo, l’accettazione e la comprensione del problema, nonché intraprendere una serie di misure per controllare gli effetti quel glucosio può causare nel tuo corpo.

In questo modo, sarà essenziale perdere peso, cambiare le abitudini alimentari e conoscere gli aspetti nutrizionali di base, oltre a bilanciare i livelli di trigliceridi e colesterolo (grassi) e pressione sanguigna.

Non meno importante sarà la cura del piede delle persone con diabete , come il 15% di loro, secondo l’American Diabetes Association (ADA, per il suo acronimo in inglese) svilupperà ulcere del piede.

In generale, è noto che tra il 14 e il 24% dei pazienti con ulcere del piede viene amputato, una cifra che dovrebbe ottenere la nostra attenzione se si considera che l’incidenza dei casi a causa di questa situazione è aumentata notevolmente, quindi è essenziale conoscere le misure preventive del piede diabetico.

Sebbene sia vero che gran parte della popolazione diabetica conosce i pericoli che deve affrontare, molti pazienti (e non alcuni medici) ignorano i rischi legati agli arti inferiori.

Il piede diabetico è un disturbo clinico di base eziopatogenetico neuropatico e indotta dall’iperglicemia sostenuta che, provoca lesioni al piede.

In altri termini, la causa del piede diabetico è noto come neuropatia, cioè, un disturbo nelle terminazioni nervose del corpo, causando al piede di non rispondere a stimoli di solito dolorosi.

Ciò si verifica regolarmente nelle persone che hanno avuto alti livelli di glucosio nel sangue per un lungo periodo , cioè iperglicemia sostenuta. In breve: una persona può essere danneggiato, senza essere consapevoli di soffrire ulcerazione e conseguente mancanza di ossigeno a causa di scarsa circolazione sanguigna (ischemia), che può terminare con amputazione di uno dei suoi arti inferiori.

Forse per questo motivo è conveniente che, al di là della definizione clinica di questa condizione, il piede diabetico debba essere inteso come tutte le lesioni che le persone con diabete hanno negli arti inferiori, sebbene molte di esse non corrispondano ai sintomi specifici. Un simile approccio, sebbene possa sembrare esagerato, è utile sia per il paziente che per il medico, poiché molte volte una ferita apparentemente minore può causare gravi conseguenze per il paziente che soffre di alti livelli di zucchero nel sangue.

Va sottolineato che ci sono tre componenti di rischio per questo tipo di persona. In primo luogo, la neuropatia , una condizione che, come forse ricorderete, influenza la sensibilità degli arti inferiori, per far rendere l’idea è come se una persona per un’intera giornata calpesta una pietra o chiodo senza rendersene conto, il che genera una lesione che in breve tempo può ulcerare e infettarsi.

Una variante di questa disfunzione è neuropatia motoria , che danneggia muscoli del piede interni e provoca diradamento del cuscinetto adiposo (situato sotto i piedi con le dita), che può causare deformità predisponente lesioni (shock) e ulcerazione.

Inoltre, può verificarsi anche una neuropatia autonomica, che riduce la sudorazione del piede e produce una pelle secca e ipercheratosi intenso (ispessimento dello strato esterno della pelle) e crepe che possono generare infezioni.

Uno dei fattori più pericolosi per i pazienti con diabete è la malattia vascolare periferica, chiamata anche arteriosclerosi arto – che si caratterizza come una condizione in cui v’è restringimento e indurimento delle arterie che trasportano il sangue alle gambe e ai piedi, che genera una diminuzione del flusso sanguigno che può causare danni ai nervi e ai tessuti.

Infezione e funghi piede diabetici

È importante conoscere i sintomi dell’infezione nel piede del diabetico, poiché una diagnosi e un trattamento tempestivo è l’unico modo per prevenire la progressione del problema ed evitare l’amputazione. Tuttavia, la scoperta di una possibile alterazione diventa complicata perché un trauma può essere piccolo senza accorgersene e il paziente non può andare dal medico semplicemente perché non lo ha notato.

Pertanto, il paziente e lo specialista devono essere consapevoli dei segni che fanno sospettare una possibile infezione, tra i quali si può menzionare quanto segue:

Sintomi Piede diabetico – generale:

  • Cattivo controllo glicemico.
  • Febbre.
  • Tachicardia (aumento della frequenza cardiaca).
  • Leucocitosi persistente (aumento dei globuli bianchi).

Sintomi Piede diabetico – locale:

  • Ferita che emana un cattivo odore.
  • Presenza di aree cutanee con cambiamento di colorazione.
  • Eritema (colorazione rossastra della pelle) sul piede.
  • Edema (gonfiore) negli arti inferiori.
  • Linfangite (infiammazione dei vasi linfatici, sistema alternato alle vene che è responsabile della raccolta di fluidi cellulari che non sono stati raccolti dal sistema venoso).
  • Crepitazione (scricchiolio) nei tessuti adiacenti alla ferita.
  • Secrezione di pus, evidente ai bordi della ferita, se premuto.

Cosa dovresti fare:

  • Controlla i tuoi piedi tutti i giorni, compresi gli spazi tra le dita. Se hai problemi di vista, chiedi aiuto a qualcun altro.
  • Lavali con sapone neutro e acqua tiepida e asciugali bene.
  • Fare attenzione quando si tagliano le unghie, dovrebbe essere dritta senza che gli angoli possano essere seppelliti.
  • Usa sempre calzini puliti e la tua taglia.
  • Controlla le tue scarpe ogni giorno e controlla che non ci siano oggetti che possano ferire i tuoi piedi.
  • Usa creme per ammorbidire la pelle secca; Se si suda, applicare talco.
  • Scarpe comode.

Cosa non dovresti fare:

  • Non lavare i piedi con acqua calda.
  • Non indossare calze con elastico molto stretto.
  • Non tagliare i calli.
  • Non camminare a piedi nudi.
  • Non usare agenti chimici.
  • Non indossare scarpe aderenti o in plastica o vinile.
  • Non tagliare le unghie a tutto tondo.
  • Evitare borse con acqua per scaldare i piedi

Come puoi vedere, è essenziale che il paziente diabetico conosca il rischio che corre trascurando i suoi piedi, il che non dovrebbe accadere, perché è sufficiente una breve esplorazione visiva e manuale per corroborare il suo stato di salute, cioè un test che non richiede un sacco di tempo e che non richiede strumenti speciali.

Naturalmente, oltre a questa ispezione giornaliera, devi essere pienamente consapevole degli effetti di questa malattia, che può essere controllata con disciplina e perseveranza.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog