Magazine Cinema

"Piranha 3D": la paura a pelo d'acqua non ha perso il suo mordente

Creato il 16 dicembre 2010 da Dejavu
Conobbi Joe Dante un paio d'anni fa. Il suo Piranha - film girato su di un fiume texano nel 1978 - da giovanissimo mi aveva colpito al punto che mia madre mi aveva donato una di quelle bestiole imbalsamata e con i denti bene in vista. E io girai il regalo a Dante, quando ci incontrammo a Trieste.Questa estate, giusto per incutere una buona dose di fobie nei bagnanti, in sala è arrivato il remake in 3D, puntuale come i vu cumprà sulle spiagge.Alexandre Aja sceglie il lago Havasu in Arizona per ricreare l'acquaio tinto di rosso ove piranhas tridimensionali e più mostruosi che mai banchetteranno con la carne di giornata. 
Richard Dreyfuss apre il menù con un cameo illustre a inizio film, rivestendo i panni - che presto finiranno a mozzichi - di un pescatore solitario e piuttosto ubriaco che dopo aver percepito le vibrazioni di un terremoto subacqueo finisce in un mulinello d'acqua, cade dall'imbarcazione e diventa una polpetta un po' alcoolica. C'è da chiedersi come mai i piranha non siano diventati sbronzi a loro volta, dopo un pranzo del genere.
Elizabeth Sue è lo sceriffo con le palle cui viene  dato l'incarico di far luce sulla scomparsa e quando i resti del poveretto vengono ritrovati nei pressi della barca abbandonata, giunge alla conclusione che il lago sia inquinato da acidi corrosivi.
Peccato che non lo si possa chiudere, vista l'affluenza primaverile sul posto di una babelica comitiva di giovani scatenati che portano turismo e quindi soldi. I temi di fondo sono vecchi come il Creato, gli effetti speciali viceversa straordinariamente innovativi. Siamo nel guado tra "Lo Squalo" (1975) per il pericolo ittico e "Bugs" (1976) dal quale si prende in prestito la scusante di un terremoto che libera creature nefaste all'ignara umanità. Quella di questo film poi è particolarmente vuota: tranne rare eccezioni, la gente non fa che darsi alla caciara e alla pornografia. C'è pure una scena tragicomica - che si conclude con un rutto - in cui i pesci famelici si contendono il pene di un antipatico fallocrate appena sbranato.
La location lacustre diventa una raccapricciante fotocopia di un girone infernale dove i dannati - natanti si aggrappano a tutto ciò che di solido possa fungere da salvagente: barche, motoscafi, precarie piattaforme a rischio di improvviso rovesciamento. Nel carnaio non manca il bel prepotente che fuggendo con il motoscafo allontana con prepotenza  tutti coloro che cerchino di salire a bordo proprio come un dantesco "Caronte dimonio dagli occhi di bragia che col remo batte qualunque s'adagia". L'uso del 3D piega inevitabilmente alcuni momenti tra le bollicine dell'inverosimiglianza: ci sono carnivori che fanno il salto con l'asta, c'è il tizio che spara tra la folla per ucciderli rischiando di far fuori le persone ancor più velocemente, c'è il poliziotto che attiva l'elica di un motore per fare una grigiliata mista in un colpo solo e ci sono persone che perdono pezzi come fossero auto dal carrozziere, o visconti dimezzati di calviniana memoria.  
Già si parla di un sequel poiché il finale di "Piranha 3D" somiglia molto a quello del suo anziano progenitore del '78. Ma ovviamente non ve lo rivelo perché come si suol dire in questi casi ... "acqua in bocca!"  

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Piranha – ragazze nude e litri di sangue

    Quando vi dicevo che avevo la sensazione che Piranha 3D stesse puntando tutto il lancio su tette, culi e ragazze selvagge per sviare l’attenzione dall’horror... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA, HORROR
  • Viral point: uccidi i Piranha

    Viral point: uccidi Piranha

    Ogni tanto è bene anche dare uno sguardo a quei virali un po’ più classici, quelli che non ti fanno arrovellare, non ti fanno incrociare gli occhi, ma regalano... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA
  • Piranha 3D – recensione

    Piranha recensione

    Esce oggi nelle sale italiane il remake di Piranha a firma di Alexandre Aja, in un 3D interessante.Il film è molto meglio di quello che sembra, se avete voglia... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA
  • Piranha 3D

    Piranha

    A più di trent’anni di distanza, tornano sul grande schermo i temibili e famelici piranha resi celebri da Joe Dante nel 1978. I piranha dello schermo non sono... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • Un sequel per Piranha 3D: Piranha 3DD

    sequel Piranha

    Considerati i fortunati incassi di Pirahna 3D, la Dimension Films ha deciso di produrre un sequel.Il film si intitolerà Piranha 3DD e sarà diretto da John... Leggere il seguito

    Da  Sky9085
    CINEMA, CULTURA
  • Mega Piranha – le fantastiche esagerazioni dell’Asylum

    Mega Piranha fantastiche esagerazioni dell’Asylum

    Se c’è una casa di produzione che non delude mai è l’Asylum (forse ve l’ho già detto, lo so). Riesce sempre a darti quello che ti aspetti da loro. Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA
  • Mega piranha

    Mega piranha

    Di Eric Forsberg, con Paul Logan, Tiffany, Barry Williams e David Labiosa. USA/2010/The Asylum."Succhia la batteria, l’acidità della saliva ti fornirà altri... Leggere il seguito

    Da  Pellicoledallabisso
    CINEMA, CULTURA