Magazine Cucina

Pizzoccheri – Bontà divina!

Da Vanna Orrù @BlogPortaCons

PIZZOCCHERI – BONTA’ DIVINA

PIZZOCCHERIPIZZOCCHERI

Lo confesso….. fino a qualche anno fa ero totalmente indifferente ai Pizzoccheri.

Da bambina mai voluti in adolescenza idem, per carità li avevo assaggiati  e non me ne vogliano i signori valtellinesi che si apprestano a leggere questo articolo, sempre che ce ne siano,  ma  proprio non mi piacevano;

Qualche anno fa però, grazie ad uno straordinario cuoco nonché mio grande amico , ho imparato non solo ad apprezzarli ma ad amarli. Un piatto ricco e corposo e se fatti a regola d’arte potrei mangiarli fino a scoppiare ( cosa fatta più volte tra l’altro…)

Iniziamo la preparazione dei questo gustoso piatto della Valtellina!

Vi avviso già che per la buona riuscita di questo piatto è importantissima la qualità della materia prima! 

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

Pizzoccheri:
  • Farina di grano saraceno( io utilizzo la farina il Moro )400 gr 
  • Farina 00  100 gr
  • Acqua tiepida  ( temperatura circa 50°) 285 gr
Condimento:
  • Burro 100 gr
  • Formaggio latteria ( Casera) a temperatura ambiente 180 g
  • Grana Padano 50 gr
  • Patate ( 4 o 5 medie )
  • Aglio 2 spicchi
  • Verza 200 g circa ( mezza verza circa)
  • Sale grosso 60 gr circa ( per salare l’acqua)
  • Salvia

PROCEDIMENTO:

Per preparare i Pizzoccheri, iniziamo versando in una ciotola la farina 00 e quella di grano saraceno, mescoliamo bene le due farine  e aggiungiamo l’acqua tiepida ( Circa 50°).

Lavoriamo poi le farine su una spianatoia leggermente infarinata con farina di grano saraceno fino ad  ottenere un impasto molto elastico.

Terminata la lavorazione, formiamo una palla; la consistenza dovrà essere quasi setosa e soda. Appiattiamo con un mattarello la palla creata e spolverizziamo con  farina di grano saraceno, cerchiamo di ottenere un disco di circa 2-3 mm di spessore.

Dal disco tagliamo dei rettangoli larghi circa 7cm, sovrapponiamo quindi i rettangoli ottenuti spolverando con del grano saraceno tra uno rettangolo e l’altro. Tagliamo i rettangoli cercando di ottenere delle strisce larghe 1cm circa.

PIZZOCCHERIPIZZOCCHERI

A questo punto i nostri pizzoccheri sono pronti! Copriamoli con un telo e dedichiamoci al condimento.

Mettiamo sul fuoco una pentola contenente circa 4lt d’acqua e nel frattempo puliamo e tagliamo la verza ricavandone delle striscioline. Passiamo quindi alle patate, peliamole e tagliamole cercando dei ottenere dei pezzi tutti della stessa dimensione in modo da poter ottenere una cottura omogenea.

Prendiamo il formaggio latteria o il casera ( rigorosamente a temperatura ambiente ) e tagliamolo a fettine sottili.

Appena l’acqua giunge a bollore saliamola e mettiamo quindi le patate a lessare per circa 3/4 minuti. Passato il tempo sopra indicato possiamo aggiungere la verza, è fondamentale che le verdure cuociano tutte insieme in modo da dare sapore all’acqua.

Attendiamo altri 4 minuti circa e cominciamo a versare i pizzoccheri  delicatamente e facendo attenzione a non romperli. Per girare i pizzoccheri utilizziamo il manico di un mestolo in legno, giriamo delicatamente in modo da non farli attaccare.

Mentre i pizzoccheri cuociono, ci vorranno 4 minuti circa, tagliamo gli spicchi d’aglio in camicia  e poi versiamo in un tegame il burro e facendolo sciogliere assieme agli spicchi d’aglio e una fogliolina di salvia tenendo il fuoco medio basso. Cuociamolo fin quando non diventa di un colore nocciola.

Terminata la cottura dei pizzoccheri abbassiamo il fuoco e in una teglia o un tegame precedentemente riscaldato ( questo farà in modo che il formaggio si sciolga bene ) versiamo delicatamente un primo strato di pizzoccheri aiutandoci con una schiumarola e facendo attenzione a scolare bene l’acqua. Distribuiamo quindi uno strato di formaggio latteria ed un altro strato di pizzoccheri, continuiamo cosi fino a terminare con l’ultimo strato di pizzoccheri e formaggio. Insaporiamo il tutto con una spolverata di grana.

Prendiamo il tegame o la teglia copriamola con una canovaccio e poniamola sopra la pentola che abbiamo utilizzato per la cottura dei pizzoccheri il calore del vapore aiuterà il formaggio a sciogliersi.

Nell’attesa , ci vorranno un paio di minuti, controlliamo il burro. Alziamo la fiamma fino ad ottenere il color nocciola desiderato e togliamo l’aglio e la salvia..

Versiamo il burro fuso sui pizzoccheri e mescoliamo delicatamente.  A questo punto i pizzoccheri sono pronti per essere gustati!

PIZZOCCHERIPIZZOCCHERI

Come dicevo è importante che gli ingredienti siano tutti di prima qualità. La farina deve essere finissima ( controllate che sia indicata la doppia macinazione) in questo caso vi consiglio la Farina Moro  che potete trovare tranquillamente in tutti i supermercati.

Per il formaggio latteria (casera), ma sopratutto il burro cercate di preferire prodotti artigianali magari acquistandoli direttamente in caseifici o in latterie ben fornite e cercate di evitare i prodotti della grande distribuzione.  Potete utilizzare anche quelli che trovate al supermercato ma il gusto ne risente molto.

Spero che questa ricetta dei pizzoccheri valtellinesi sia  stata di vostro gradimento, ahimè è piuttosto lunga da “spiegare” ma prepararli sarà facilissimo e veloce. E sopratutto farete un figurone con i vostri ospiti! 

Se vi piace il grano saraceno vi consiglio anche le ” crepes di grano saraceno ” una mia variante estiva del classico piatto valtellinese!

Carissimi amici aspetto come sempre un vostro commento e vi invito a seguirci anche sui nostri canali social!

FacebookTwitter  – Instagram 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :