Magazine Attualità

Polemica Bersani-D’Alema sulle ricandidature, i dalemiani voteranno Vendola al primo turno delle primarie?

Creato il 16 ottobre 2012 da Candidonews @Candidonews

Polemica Bersani-D’Alema sulle ricandidature, i dalemiani voteranno Vendola al primo turno delle primarie?

Veltroni si è ‘ritirato’ nel giorno della partenza della campagna di Bersani. Come a dire, io ‘vecchio’ mi faccio da parte.. gli altri (D’Alema, Bersani, Bindi etc) sono ancora li attaccati alla poltrona. Un assist non indifferente a Renzi.

Non a caso il giorno dopo, nel Pd, è diventato un tema importante quello della non ricandidabilità di molti dirigenti. Ed è scoppiata la polemica D’Alema-Bersani con il segretario democratico che dice “non chiedo né a D’Alema né a nessuno di ricandidarsi [..] chi ha fatto più di 15 anni, ossia tre legislature piene, deve chiedere una ‘deroga’ per potersi ricandidare”  e l’ex premier che risponde piccato :“Ha ragione Bersani, non spetta a lui decidere. D’altro canto non mi ero rivolto a lui, mi ero rivolto al partito”

Bersani deve stare ‘attento’ perche se Renzi è ‘portato’ da molti giovani e da chi è contro la ‘burocrazia democratica’, proprio su quest’ultima fa affidamento il segretario del PD. Inimicarsi ‘pezzi grossi’ come D’Alema, Bindi, Finocchiaro rischia di far venir meno una parte importante del sostegno per le elezioni primarie.

Infatti ecco i primi ‘veleni’ sparsi dai dalemiani. Si vocifera di un appoggio a Vendola nel primo turno delle primarie:

D’Alema vuole che glielo ‘chieda’ il partito, Bersani non glielo ‘chiede’, D’Alema precisa di non aver ‘chiesto’ al segretario ma al partito. E’ un cortocircuito. E non solo di parole. Perchè la breccia aperta dal presidente del Copasir non è destinata a chiudersi subito. E’ probabile che si trascini avanti per tutta la campagna delle primarie e oltre. E Bersani lo sa. D’Alema non molla e conferma la mossa di raccogliere firme per contarsi nel partito e dimostrare che la ‘base’ in Parlamento ce lo vuole ancora. Di più. E’ furente. E ha già sguinzagliato i suoi, che alla Camera spargono veleno contro Bersani.

La Velina Rossa, foglio quotidiano di Pasquale Laurito, molto famoso nei palazzi e considerato vicino alle posizioni di D’Alema, lo mette nero su bianco. Bersani fa “il Ponzio Pilato”. E se “non ha il coraggio di difendere le posizioni di chi ha sempre lottato per la sinistra italiana, allora vuol dire che si è alla vigilia di una catastrofe politica”. In quanto, se Matteo Renzi vincerà le primarie, il Pd è avviato alla “scissione”. Ma oltre a Laurito, c’è qualche parlamentare vicino al presidente del Copasir che mette in giro la voce secondo cui la rivincita di D’Alema contro Bersani sarà quella di appoggiare Nichi Vendola al primo turno alle primarie. Voci. Che, per il vendoliano Franco Giordano, “non possono essere vere: sarebbe veramente un mondo alla rovescia, dopo gli scontri tra D’Alema e Vendola per le primarie in Puglia…”.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog