Magazine Cucina

Pollo in agrodolce

Da Ricettedalmondo.it @RicetteDalMondo

Pollo in agrodolce, ricetta orientaleIl pollo in agrodolce è una ricetta semplice dal sapore orientale, tipica della cucina cinese. Si tratta di una ricetta molto semplice dove i bocconcini di pollo vengono impastellati e fritti, per poi essere accompagnati con cubetti di peperoni e ananas, quindi insaporiti con la salsa agrodolce. Il tutto solitamente viene poi servito con del riso pilaf.

Il pollo in salsa agrodolce è un piatto immancabile sulla tavola di tutti gli amanti di questo tipo di cucina, si prepara in poco tempo e vi permette di fare un vero e proprio viaggio di sapori nel mondo asiatico. Grazie all'accompagnamento della salsa agrodolce, molto spesso protagonista dei piatti orientali, anche pezzi di carne come il petto di pollo, che solitamente si presenta un po' più secco, diventa incredibilmente morbido e saporito. La salsa agrodolce può essere scelta per completare diverse tipologie di piatti e una volta pronta si conserva in frigorifero chiusa in un contenitore ermetico, per 2-3 giorni. Le possibili ricette per realizzare la salsa sono davvero tante, quella che vi propongo io è molto semplice e molto aromatica. In base ai vostri gusti potrete poi renderla più piccante ad esempio, aumentando la quantità di tabasco, salsa molto piccante che non conoscete bene vi consiglio di aggiungere gradatamente.

La nota dolce del pollo in agrodolce è conferita non solo dalla retrogusto dolce della salsa, ma anche dall'utilizzo dell'ananas a cubetti, che oltre a creare insieme ai peperoni un accostamento cromatico molto particolare, dona anche al piatto un sapore fresco e molto particolare. La ricetta tradizionale prevede che i bocconcini di pollo siano avvolti nella pastella e poi fritti, per un risultato più leggero potrete anche semplicemente infarinarli e cuocerli in padella con un filo d'olio; non sarà la ricetta originale ma sicuramente si tratterà di una versione più leggera.

Leggi anche come fare il  Maiale in agrodolce

Leggi tutto...


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog