Magazine Internet

Pontifex: il terremoto in Emilia è una punizione divina

Da Pamelaferrara @PamelaFerrara

Pontifex: il terremoto in Emilia è una punizione divina

Di cazzate sul terremoto non ne abbiamo ancora sentite abbastanza, così il blog cattolico Pontifex ha deciso che è giunta l'ora di propinarci pure la sua versione, peraltro assolutamente razionale e incontrovertibile, secondo la quale gli unici responsabili delle scosse saremmo noi emiliani.

Eh già, perchè in fondo è risaputo che l'Emilia è terra di blasfemia e, in particolar modo, pare che Dio non abbia digerito le opere teatrali di Castellucci e Crozza.

Ce ne parla il buon Bruno Volpe, dando prova di particolare arguzia:

"Il nord Italia ha temuto il peggio. Al mattino, una scossa abbastanza forte, ha fatto sussultare Milano, Reggio, Genova. Fortunatamente non sono accaduti danni alle persone e tanto meno alle cose. Ma riflettiamo. Nella Bibbia il terremoto si avverte sempre nei momenti di massimo sdegno da parte di Dio [...] Chiedetevi che cosa era accaduto prima del terremoto? A Milano Castellucci ha mandato sulla scena, osannato dai soliti cortigiani e dalla cricca di giornalisti progressisti e di un teologo che merita la scomunica, un lavoro blasfemo ed offensivo del volto di Dio. Negli stessi momenti, via tv, Crozza, canzonava il papa facendone l'imitazione. Credete che questi due avvenimenti siano stati graditi a Dio?
Che stiamo dando, tutti, una dimostrazione di fedeltà?
Ecco, puntuale, il segno del terremoto.
Dio non ci punisce, ma ci ricorda con eventi misteriosi ed anche carichi di terrore, che siamo sulla cattiva strada, che ci stiamo allontanando da Lui e che, chi cammina male, finisce ancor peggio.
[...] Fateci caso: il terremoto, non una pioggia, una nevicata, una bomba.
Proprio il terremoto è arrivato nella zona della blasfemia".

'Scolta na roba Bruno: può anche darsi che Dio sia incazzato con noi emiliani blasfemi, però devi ammettere che ha una mira del cavolo visto che finora ha buttato giù solo Chiese

Pontifex: il terremoto in Emilia è una punizione divina


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog