Magazine Cultura

Porcupine, a Londra – IL POSTO DOVE ANDARE

Creato il 27 dicembre 2017 da Dfalcicchio

Porcupine, a Londra – IL POSTO DOVE ANDAREFoto Archivio FlipMagazine

Questa volta vi consigliamo un locale, Porcupine, nel cuore della capitale inglese, frequentato da britannici, ma anche da tanti turisti. Un posto di notevole passaggio, antico e sempre attuale.

Siamo tra Leicester Square, Shaftesbury Avenue e Charing Cross, si arriva con facilità in metropolitana, poi si può passeggiare alla scoperta della parte più commerciale della città, ma sempre ricca di palazzi interessanti e angoli inaspettati.

Porcupine è un pub tipico, autentico, ben tenuto, popolare ed elegante insieme, nato nel 1725 e oggi fa parte del gruppo dei pub intitolati a William Nicholson, che aprì il suo primo locale nel 1873.

Si viene in un posto come questo per vedere e provare da vicino cosa assaggiano nella quotidianità gli Inglesi e si scopre una cucina che offre ottime bistecche e grigliate, pesce fritto e salmone cucinato in vari modi, insalate, antipasti che costituiscono già un piatto saziante, carne e verdure e qualcosa di più esotico, con uno sguardo ad altri Paesi.

Qui si bevono gin fantastici che gli Inglesi, a bicchierini, sorseggiano durante il pasto, oppure birre di ottimo livello, come le classiche ale. C’è anche la scelta tra un paio di vini, ma sono molto cari.  Poi a chi piace l’whisky, qui è a casa sua. Il pub è aperto, come da tradizione dalle 11 del mattino fino alle 23, con un via vai continuo di clienti. Al piano terra, dopo l’ingresso c’è la zona di mescita con un grande bancone, classico e alcuni tavoli, dove si beve birra e si chiacchiera. Il ristorante è al primo piano, domina il legno e una efficiente gentilezza, tipica di un locale dove sono abituati all’affluenza del centro nevralgico. Il locale permette una sosta piacevole, un buon piatto e una bevuta da intenditore e, per alcuni minuti, fa sentire tutti made in UK.

Chi desidera vedere qualche viso noto, qui abbiamo visto un paio di volte, elegante con giornale e boccale di chiara, Michael Caine, divo inglese protagonista, nel ruolo del direttore d’orchestra, di Youth di Paolo Sorrentino.

Mauro Pecchenino


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :