Magazine Salute e Benessere

Post sul blog: siamo a 2000

Creato il 16 marzo 2019 da Lasfinge @micamenefrega
Post sul blog: siamo a  2000Cari amici, questo è il mio post n. 2.000 ed a me sembrano veramente tanti: a dire il vero speravo di festeggiare contemporaneamente anche un milione di visualizzazioni (contate da Blogger eh! Perché con Google Analytics è altra storia) ma oggi sono solo ad 820.000 e magari è anche meglio che sia andata così, vuol dire che festeggerò due volte. Fare festa è sempre piacevole o almeno quasi sempre, a meno che non si tratti di quelle celebrazioni convenzionali dove ci tocca adattarci a noiose etichette o incontrare persone poco simpatiche, ma oggi non è così: qui non si corrono questi rischi. Il primo post di questo blog è datato 20 maggio 2011 quindi ci sarebbe una buona occasione per festeggiare ancora tra un paio di mesi per l'ottavo compleanno. Io scrivo per diletto, per compagnia o se volete per passatempo, coltivo insomma una piccola passione attraverso la quale spero di incontrare persone interessanti da conoscere e con cui confrontarmi. 
Quando ho iniziato a scrivere sul blog ignoravo completamente il mondo che esiste online ed in buona misura, temo di non saperne un granché neanche adesso, ma ho incontrato persone che mi hanno incoraggiata ed interessata, qualcuno è perfino riuscito a farmi sentire il calore dell'attenzione e dell'affetto, il che non è poca cosa nel gelido etere del web. Ho ascoltato una quantità di consigli, molti dei quali mi sono stati realmente utili, ed ho anche sentito dire molte cose sulle etichette di comportamento in uso tra blogger. Bene a quest'ultimo riguardo ed a beneficio di tutti i miei amici  e lettori vado a precisare alcune cose, che può essere utile chiarire:
  • I post: io scrivo quando mi pare e quando ho tempo. Qualcuno mi ha detto che questo tipo di comportamento potrebbe risultare in una mancanza di rispetto dei miei lettori: io scompaio all'improvviso e possono passare mesi prima che aggiorni il blog, così chi magari si aspettava di leggermi potrebbe rimanere deluso. Voglio chiarire: io rispetto tantissimo i miei lettori, anzi verso alcuni di loro provo una sincera affezione, ma il blog per me non è un lavoro, è uno spazio di libertà che ritaglio per me stessa (quando ci riesco). I miei contenuti, se interessano, possono essere letti senza sottoscrivere abbonamenti e quindi per scelta di libertà (o anche di necessità) mi riservo il diritto di scrivere se e quando ne ho voglia. Chi lo desidera può iscriversi alla newsletter e ricevere via mail gli avvisi per i nuovi post pubblicati. Io vi voglio bene: siatene certi, ma ho parecchi altri impegni e preoccupazioni (siate certi anche di questo).
  • I commenti: il commento ad un post è una manifestazione di interesse per i contenuti e di amicizia per l'autore, si tratta di una comunicazione tra un blogger ed altri blogger o lettori. Non credo nelle logiche di puro baratto, che pure sono in voga tra alcuni gruppi di blogger: il commento non deve essere pagato (con un altro commento) e non è monetizzabile, d'altro canto però, la comunicazione è, per sua definizione, uno scambio e di conseguenza non esiste quella a senso unico. C'è una linea sottile e sfumata oltre la quale si sconfina nel disinteresse e  nella svalutazione dell'altro. Poi certo, ci sono tanti diversi casi e situazioni, si capisce, ed è giusto che ciascuno si regoli così come sente di fare. Comunque se qualcuno commenta un mio post giusto per indurmi a commentare il suo blog o per restituirmi il favore di averlo fatto può serenamente risparmiarselo: se siete incuriositi, se qualcosa vi è piaciuto o vi ha interessato, se volete manifestare una vostra opinione, allora commentate e sarete i benvenuti. Con la chiusura di Google plus a me per esempio succede di commentare molto più spesso i blog amici: è un canale alternativo di comunicazione, forse l'unico rimasto per i blogger semplici come me e non mi aspetto pagamenti (io scrivo gratis).
  • I tag: Questa, come forse avrete già intuito, è una nota un po' dolente nel mio blog. All'inizio non avevo una idea precisa di cosa fosse un tag, quando l'ho capito (finalmente) ho iniziato ad usarne di più appropriati, ma la struttura del blog è organizzata in base a delle categorie selezionabili dal menù principale: disgraziatamente la piattaforma blogger non consente di distinguere tra tag e categorie, così per esempio nella categoria Attualità del mio blog troverete sì tutti argomenti di attualità, ma... in molti post la parola attualità non compare neanche una volta (non ditelo al Bot vi prego: potrebbe fulminarmi) ed altrettanto nella categoria Cucina, etc. Spero tuttavia che la navigazione sia chiara e mirata per quello che vorrete cercare.
  • Le poesie: se le cercate potete selezionare Poesia nell'elenco dei tag, nella barra laterale del blog, diversamente le troverete nella categoria Cultura insieme ad altri post, che contengono racconti, satira, commenti e vaneggiamenti vari.
Ringrazio tutti amici e lettori: grazie 820.000 volte, ciascuno di voi è stato ed è una risorsa preziosa per me. Grazie, grazie, grazie!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog