Magazine Cucina

Prezzemolo: proprietà, benefici e controindicazioni

Da Giulioplay @ricettenonna
Ricette » Ingredienti e alimenti » Prezzemolo: proprietà, benefici e controindicazioni

Il prezzemolo è una pianta biennale della famiglia delle Apiaceae, originaria delle zone mediterranee.

Cresce spontaneamente nei boschi e nei prati, in particolare nelle zone a clima temperato. Non è consigliata la crescita nei paesi freddi.

Presenta una radice robusta bianca giallastra e carnosa. Mentre le foglie sono di verde scuro e disposte a rosetta e hanno un contorno triangolare frastagliato.

Un’ombrella fiorita, composta da fiori con un pentagono di petali bianchi, sfumati di giallo-verdastro, costituisce l’infiorescenza del prezzemolo. Questi a loro volta producono delle sementi oviformi, schiacciate, di un colore grigiastro tendente al bruno.

Presenta molte caratteristiche benefiche per la salute ed è utilizzato in molte ricette, come ad esempio per condire la carne macinata o alla brace.

E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

Prezzemolo: proprietà, benefici e controindicazioni
Acquistalo su Amazon ad un prezzo incredibile

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

prezzemolo

Ingredienti

Prezzemolo: proprietà

Il prezzemolo presenta molte proprietà. Considerando 100g di prezzemolo, i seguenti sono i suoi valori nutrizionali:

  • Calorie: 292kcal
  • Proteine: 26,63 g
  • Carboidrati: 50,64 g
  • Zuccheri: 7,27 g
  • Grassi: 5,48 g
  • Fibra alimentare: 26,7 g
  • Sodio: 452 mg
  • Acqua: 87,71 g
  • Calcio: 138 mg
  • Ferro: 6,2 mg
  • Magnesio: 50 mg
  • Fosforo: 58 mg
  • Potassio: 554 mg

100 g di prezzemolo apportano circa 36 calorie (62% carboidrati, 19,9% proteine, 18,1% grassi). È preferibile consumare la pianta cruda, affinché siano preservate tutte le proprietà benefiche ascrivibili.

Benefici

Il prezzemolo è un’erba aromatica che presenta moltissime proprietà terapeutiche e curative, visto l’elevato contenuto di vitamine e sali minerali.

In una quantità ridotta (circa 15-20 g) si trova la stessa quantità di vitamina C che si può trovare in un’arancia. La vitamina C è fonte di beta carotene dall’azione antiossidante per la pelle. Inoltre il calcio è ottimo per il mantenimento delle ossa.

Nelle radici si trova una grande quantità di potassio, il quale ha proprietà diuretiche e regolatrici della pressione.

Per uso esterno viene anche utilizzato per mal di denti, ecchimosi, contusioni e punture di insetto. Migliora anche l’alitosi attraverso la masticazione.

Nell’antica Grecia veniva utilizzato come decorazione per le tombe, aiuole e per i suoi poteri terapeutici per curare problemi ai reni, alla vescica e ai denti. I Romani lo utilizzavano principalmente in cucina.

Prezzemolo proprietà e benefici

Controindicazioni

Il prezzemolo non presenta grosse controindicazioni se si utilizza regolarmente senza esagerare.

È consigliato un consumo moderato solo durante la gravidanza date le proprietà abortive di questo ortaggio che stimola le contrazioni uterine. È sconsigliato inoltre a chi presenta problemi renali.

Prezzemolo: stagione

Il prezzemolo generalmente si trova in tutti i mesi dell’anno, da gennaio a dicembre. Il periodo di semina può variare da febbraio a marzo, mentre quello di raccolta da marzo a dicembre in base al mese di semina.

Viene coltivato principalmente nelle zone più calde e umide, cercando di evitare le zone fredde.

Varietà

Diverse sono le varietà di prezzemolo, tra cui:

  • Eroe: una varietà tollerante all’ombra. Le foglie sono grandi e succose e l’aroma è pronunciato.
  • Bogatyr: coltivata sia all’aperto che all’interno.
  • Carnevale: il rosone è di medie dimensioni e le foglie sono tagliate con lunghi piccioli.
  • Riccio: le foglie di smeraldo vengono utilizzate per decorare i piatti. Hanno un gusto delicato e un aroma molto piacevole.
  • Fragrante: le foglie sono verdi brillanti e gusto e aroma sono delicati.

Prezzemolo curiosità



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog