Magazine Rugby

PRO14: Cockerill, “abbiamo centrato gli obiettivi, adesso andiamo a Limerick per fare bene”

Creato il 30 aprile 2018 da Soloteo1980 @soloteo1980

BT Murrayfield (Edimburgo) - " Cosa significa la vittoria di stasera? Significa che ci siamo qualificati per i playoffs e andremo in Champions Cup il prossimo anno. Abbiamo prolungato la nostra stagione e andremo al Thomond Park contro Munster, il prossimo anno invece giocheremo in Europa contro le grandi squadre, che sarà allo stesso tempo una grande sfida per noi ma anche un'opportunità, perchè noi vogliamo confrontarci contro i migliori. "

Richard Cokerill non può non partire dalla "big picture", come la chiama lui, ovvero dai due traguardi importantissimi raggiunti al termine di una stagione vissuta, finalmente, da protagonisti. L'head coach inglese ha saputo dare ad Edinburgh una fisionomia, sia di gioco, sia di squadra, ha dato agli appassionati di rugby della capitale scozzese una squadra di cui essere fieri e, dopo qualche mese difficile, ha saputo instillare nei suoi ragazzi quella fiducia che ha permesso loro di scalare la classifica della Conference B fino ad issarsi al terzo posto, una posizione difesa fino alla fine della regular season.

"S tasera credo sia stata una bella gara, entrambe le squadre potevano vincere ma noi abbiamo lavorato duro e ci siamo meritati il successo. Lo dico dall'inizio della stagione, io voglio che ogni volta che giochiamo, scendiamo in campo per vincere. Stasera abbiamo vinto contro una grande squadra e un grande club ed è stato bello vedere stasera i tifosi di Edinburgh festeggiare la vittoria al termine della gara con il loro club. Siamo contenti per il risultato, ma fa parte del processo di crescita perchè sappiamo che abbiamo ancora tanto lavoro da fare; i Warriors sono meglio di noi al momento e credo che siano serissimi contendenti per la vittoria finale del PRO14. Ma dal nostro punto di vista, quando facciamo bene quello che dobbiamo fare possiamo competere con le grandi squadre. "

Perchè i Warriors sono meglio dei rossoneri? Cockerill non ha dubbi, " lo dice la storia degli ultimi anni. Negli ultimi cinque, sei anni son sempre arrivati ai playoffs (a parte l'anno scorso) e sono sempre stati competitivi e hanno davvero grandi qualità individuali. Anche noi siamo una buona squadra e stiamo iniziando a capire cosa ci serve per competere con le grandi squadre. Sono davvero contento per i ragazzi, il risultato di stasera e i traguardi raggiunti al termine di questa stagione, che è stata piuttosto dura, sono il premio per il gran lavoro fatto durante l'annata. "

" La qualificazione in Champions Cup non solo ci permetterà di giocare contro le migliori squadre d'Europa, ma ci rende anche più 'attraenti' agli occhi dei grandi giocatori, per venire a giocare con noi. Vogliamo avere più soldi possibili a disposizione per poter trattenere i nostri migliori giocatori e provare a firmarne altri. Spero che il sorteggio ci regali delle grandi squadre, come Toulon, Montpellier o Saracens per esempio e noi dovremo dimostrare di poter competere con loro. Quest'anno siamo migliorati tanto in PRO14, in Europa siamo arrivati ai quarti ma si trattava pur sempre della Challenge Cup; quando la vinci, la Challenge Cup, resti sempre il ventunesimo club più forte d'Europa, questa è la realtà e devi sempre tenerla in considerazione. "

" Noi dobbiamo solo continuare a costruire, abbiamo fatto bene alcune cose quest'anno ma sappiamo di dover metterne a posto altre e adesso pensiamo a fare il meglio possibile per essere competitivi sabato prossimo," continua Cockerill. " Non siamo particolarmente preoccupati dagli infortuni, Chris Dean ha avuto un problema alla caviglia mentre Kinghorn ha avuto un problema di intossicazione alimentare. Munster è una grande squadra, siamo gli underdogs ma ho allenato clubs che sono andati al Thomond Park a vincere quindi vedremo cosa succederà. Sono convinto però che qualunque cosa accada, per i ragazzi sarà occasione per fare esperienza e sfidare un grande club in una grande occasione, in uno stadio esaurito, qualcosa che non abbiamo mai fatto prima. Abbiamo una squadra di giocatori capaci di andare a Limerick e mettere Munster in difficoltà e se loro non saranno al cento per cento, possiamo batterli; certo, se loro faranno tutto bene dovrebbero vincere ma non si sa mai... Noi ci tireremo su le maniche e faremo di tutto per metterli in difficoltà. Stasera in alcuni momenti non abbiamo fatto benissimo e se concederemo certe occasioni, soprattutto se lasceremo loro l'ovale per troppo tempo, potremmo andare in difficoltà. Noi abbiamo una squadra che è capace di controllare la partita, facciamo bene nelle fasi statiche e se rimaniamo nella battaglia fino alla fine possiamo prenderci il risultato."

Cockerill dice di aver visto " i primi dieci minuti della sfida tra Munster e Ulster, poi ho visto il risultato a fine primo tempo e quando abbiamo fatto la riunione pre-gara ho detto ai ragazzi che Ulster aveva già marcato tre mete e di aspettarsi di scendere in campo dovendo prendersi il punto che ci serviva perchè loro avrebbero sicuramente raccolto il massimo dalla gara. Alla fine, invece, hanno pareggiato e nell'huddle prima di scendere in campo ho detto ai ragazzi che eravamo nei playoffs ma non per questo avremmo cambiato atteggiamento e ho chiesto loro di dimostrare cosa possiamo fare."


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog