Magazine

Prosegue con successo il tour di Sal Da Vinci “Il Mercante di Stelle” con un omaggio anche a Mia Martini

Creato il 03 gennaio 2012 da Crazyideas

Prosegue con successo il tour di Sal Da Vinci “Il Mercante di Stelle” con un omaggio anche a Mia Martini

In questa nuova edizione dello spettacolo "Il Mercante di Stelle", tratto da "Io piu’ voi uguale noi", proposto dal marzo 2010, Sal Da Vinci amplia i suoi omaggi ad artisti famosi, aggiungendo anche Mia Martini e Lucio Battisti.


Lo spettacolo, con il sottotitolo “Tutti sognando…musicalmente…”, si apre con la canzone composta da lui e che da il titolo alla serata e prosegue proponendo il suo repertorio più famoso: “Bella da dimenticare”, “Una come te”, “Un po’ di noi”, "Da lontano", "Nnamurate", “Io di più” , "Orologio senza tempo", “In due”. Immancabile "Non riesco a farti innamorare” che gli ha fatto ottenere un brillante terzo posto a Sanremo 2009, forte di un consenso popolare.
C’è anche un altro momento importante della sua carriera legato alla sua prima affermazione con "Vera", vincitrice del Festival Italiano del 1994. In quella occasione ebbe modo di conoscere Mia Martini che espresse parole di ammirazione per il giovane collega. Sal ha ricambiato questa stima in una intervista inserita anche nel nuovo libro sulla indimenticata interprete “La voce dentro”. Plausibile quindi il suo emozionante e sentito omaggio a Mia Martini con il suo brano più celebrato da pubblico e critica “Almeno tu nell’universo”.
Spazio anche al grande Renato Carosone con un medley trascinante dei suoi più significativi successi da “Torero” a “Tu vuò fa l’americano”. Fra le altre dediche: Lucio Battisti con “E penso a te”, Ron con “Non abbiam bisogno di parole”, Fausto Leali con "Mi manchi”, Mina e Massimo Ranieri con “La voce del silenzio”. Dell’altro suo conterraneo Pino Daniele riprende “Anna verrà”, scritta per Anna Magnani. Propone dal musical “C’era una volta... Scugnizzi” la famosa “’A città e Pulecenella” e alcuni classici partenopei come “Sciummo”, e “Reginella”.

Sul palco è accompagnato da sei musicisti e un corpo di ballo composto da quattro ballerine e quattro ballerini diretto da Gino Landi. Lui non si risparmia e si diletta a recitare, ballare, e intrattenere il pubblico. Durante lo spettacolo, infatti, invita due persone per una piccola sfida canora, al termine della quale viene decretato il vincitore.
Il finale spetta alla splendida "Il nostro concerto" di Umberto Bindi e alla concessione di diversi bis. E’ attualmente in replica al teatro Acacia di Napoli dal 4 all'8 gennaio, riprenderà successivamente in primavera toccando altre città italiane.
Recentemente, ha collaborato con i Mr. Hyde (Ludo Brusco e Rudy Brass), duettando in “Fai come vuoi” nel loro album “10” e partecipato all'11º Festival della nuova canzone siciliana con l’intensa “Si non ci fussi stu mari” composta con il cantautore siciliano Vincenzo Spampinato.



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog