Magazine Psicologia

Psicologia del ciclo mestruale: i falsi miti del ciclo mestruale ideale

Da Dottmurray

Psicologia del ciclo mestruale: i falsi miti del ciclo mestruale ideale
La paura di essere inadeguate nasce dal credere che esista un ideale di come dovremmo essere a cui far riferimento.
Per esempio il corpo femminile, per molte di noi, deve essere fatto in un certo modo, con forme e misure precise.
Questo atteggiamento di ricerca di un ideale di perfezione rigida e irreale, si riversa su diversi aspetti della nostra vita, compreso il ciclo mestruale che per tante donne dovrebbe rientrare dentro dei canoni fissi, secondo un modello ideale.
Ecco i 4 falsi miti sul ciclo mestruale

1.Il ciclo mestruale dura 28 giorni. 


In realtà il ciclo mestruale potrebbe durare di meno come di più. In entrambi i casi non vuol dire che il nostro corpo funziona male o che siamo donne inadeguate. Ogni donna ha i suoi ritmi. Quindi a meno che non abbiate notato dei cambiamenti improvvisi ( e in quel caso è bene fare una visita ginecologica), avere solitamente un ciclo di 26 giorni o di 31, non fa di voi delle donne con un ciclo sbagliato e voi andate bene così.

2.Se ho il ciclo mestruale posso fare tutto come sempre, senza problemi. 


Quante donne si sentono frustrate perché le mestruazioni sono dolorose, sono abbondanti, ci fanno sentire giù d’umore, stanche e nervose? In realtà questa cosa che con le mestruazioni dovremmo fare come se niente fosse e lanciarci con il paracadute e fare la ruota gambe all’aria, più che raccontare di quanto le donne siano forti e resilienti, a me puzza di pensiero onnipotente e negazione del corpo e delle sue sacrosante esigenze. Ascoltate il corpo e fate anche piccoli cambiamenti durante i giorni delle mestruazioni per poter recuperare e riposarvi: rallentate e mettete in standby le cose meno urgenti da fare della vostra quotidianità.

3.Il ciclo mestruale deve essere doloroso.


Attenzione, questo è davvero un mito scivoloso: non è scolpito sulle pietre che le mestruazioni debbano essere dolorose. Anzi, molte donne vivono con rassegnazione dolori molto importanti, perché mamme e nonne “le hanno detto” che la sofferenza fisica è la condizione di tutte le donne. Se i dolori sono forti è sempre bene indagare a fondo con una visita dal ginecologo e in caso anche con un consulto di sostegno psicologico mestruale per comprendere se i dolori mestruali abbiano anche componenti emotive.

4.Le mestruazioni sono una rottura di scatole per qualsiasi donna. 


Dare per scontato che ogni donna vorrebbe cancellare le mestruazioni dall’universo, non dice tanto sulla fatica di essere mestruate, ma dice molto su come forse state vivendo in modo distorto il vostro ciclo mestruale. Le varie fasi del ciclo sono una ricchezza incredibile, fonte di energia e creatività per qualsiasi donna. Quindi è utile cercare di conoscere meglio la vostra ciclicità, la vostra storia familiare e generazionale sulla percezione del ciclo mestruale, per eliminare i pregiudizi negativi sulle mestruazioni e vivere voi stesse in modo più completo.


Lavoriamo insieme!


Vi propongo una visualizzazione guidata ristrutturante, per lavorare insieme sul tema dell'accettazione del nostro corpo e della ricchezza della nostra ciclicità.
Tutte le mie visualizzazioni sono state create da me, focalizzandomi proprio sulla ciclicità femminile. Spero vi tornino utili. Fatemi sapere la vostra esperienza dopo averle fatte!

Potete ascoltare La Rosa, la mia nuova visualizzazione guidata,  

su Soundcloud o scaricarla e ascoltarla dove volete! 



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog