Magazine Cucina

Punta di biancostato arrosto con patate, rosmarino e salvia

Da Roberta Cavallaretto

DSCN1474.JPG

Questa settimana ho acquistato al supermercato un bel pezzo di punta di biancostato, perchè generalmente a casa mia si mangia lessata, ed inoltre era scontata come prezzo. Da un pò di tempo però i miei familiari non desiderano più che la cucini bollita, allora, pensa che ti ripensa, ho avuto la brillante idea di cucinarla arrosto con le patate. Bene, dopo aver effettuato qualche accorgimento, devo dire che a mezzogiorno, quando l’abbiamo mangiata, siamo stati tutti quanti più che soddisfatti! La carne cotta in questo modo è risultata gustosissima.

Gli ingredienti sono i seguenti:

2 Fette grosse di biancostato

3 Patate

3 Rametti di rosmarino

Q.B. Sale

Q.B. Olio extravergine di oliva

1 Pizzico di salvia liofilizzata (Ma se l’avete in foglie è meglio)

Per prima cosa ho tolto la carne dal frigorifero e l’ho scartata dall’involucro.

PUNTA DI BIANCOSTATO ARROSTO CON PATATE, ROSMARINO E SALVIA

Come potete vedere si tratta di due fette grosse. Per far si che la cottura risultasse a puntino le ho tagliate a metà nel senso della lunghezza, in modo tale da ottenere quattro parti. Ho messo tali parti in una casseruola con l’olio d’oliva, e le ho unte d’olio in tutte le sue parti. Poi ho preso le patate, le ho sbucciate, lavate e tagliate a dadini.

PUNTA DI BIANCOSTATO ARROSTO CON PATATE, ROSMARINO E SALVIA

Ho messo le patate nella casseruola della carne. Ho salato poi preso il rosmarino, l’ho lavato, ho tolto le foglie dai rami, l’ho tritato e l’ho messo sopra la carne e le patate.

PUNTA DI BIANCOSTATO ARROSTO CON PATATE, ROSMARINO E SALVIA

Ho acceso il forno a 180°; quando è risultato caldo ho infornato per un’ora e mezza. Il risultato di un piatto? Eccolo:

PUNTA DI BIANCOSTATO ARROSTO CON PATATE, ROSMARINO E SALVIA

Questo piatto, oltre che buonissimo, fa da secondo e da contorno, quindi è un piatto completo. Poi, con il rosmarino tritato, l’assemblaggio tra i vari sapori è migliore! Sono sicura che, se i vostri pargoli non amano molto la carne questo è un modo per fargliela mangiare in maniera sana; se l’assaggiano resteranno meravigliati per quanto è buona!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines