Magazine Diario personale

Quando gli ospiti hanno le pinne – Ovvero: quando la gattaiola non è solo per i gatti

Da Romina @CodicediHodgkin

Insisto a dire che bisogna prestare molta, molta attenzione ai divani. Sono pericolosissimi, non si sa mai cosa ci si può trovare sotto…o sopra!

Stavolta la storia viene dalla Nuova Zelanda, da Bay of Plenty, per l’esattezza, dove la signora Swoffer si è ritrovata in una situazione piuttosto anomala.

Era nel suo studio, al secondo piano di casa sua, quando ha sentito un certo baccano provenire dal piano di sotto. Inizialmente, pensò che i suoi gatti stessero facendo baruffa o che avessero portato in casa una preda di piccole dimensioni, ma, dato che il baccano continuava, decise di scendere per controllare.

Arrivata in fondo alle scale, si rende immediatamente conto di qualcosa di strano. Tanto per cominciare, c’era un gatto in più. No, un attimo, non era un gatto, forse era la preda, in fondo, somigliava vagamente ad un topo. No-no, che topo. Tanto per cominciare l’intruso – nonostante fosse grigio / nero e con i baffoni – era troppo grande per essere un topo, senza contare che aveva le pinne.

Maledicendo quell’unico acido preso negli anni sessanta – che evidentemente le stava dando allucinazioni a lungo termine – la signora Swoffer è andata dal vicino di casa.

“Scusa, che vieni un attimo a casa mia per vedere se sul divano c’è effettivamente quello che credo di vedere?”

“Perché, cosa credi di vedere?”

“No, nulla di strano, solo una foca seduta sul divano con i miei gatti intorno e il cane che le scodinzola”

“Guarda che se ci volevi provare non era necessario che ti inventassi tutta ‘sta manfrina!”

Quando gli ospiti hanno le pinne – Ovvero: quando la gattaiola non è solo per i gatti

Supportata ma per nulla incoraggiata dal vicino, la signora Swoffer non aveva altra scelta che chiamare la Protezione Animali. Neanche a dirlo, l’hanno presa per matta.

“Scusate, c’è una foca sul divano, deve per forza esser passata dalla gattaiola, la potreste venire a prendere?”

“Si, come no. Ci scusi tanto ma dobbiamo sfilare un alligatore da sotto un divano e non abbiamo tempo”

“Ma io dico sul serio, c’è una foca sul divano insieme ai miei gatti!”

“E allora poco male, prepari del pesce per merenda così fa contenti tutti.”

Con un po’ di fatica, la signora è riuscita finalmente a convincere la protezione animali, che ha mandato a casa sua dei biologi del dipartimento di biodiversità i quali – appena prima di ricevere la segnalazione – avevano riattaccato il telefono in faccia a degli automobilisti che avevano dichiarato di vedere una foca attraversare la strada…

La piccola foca, comunque, è stata riportata nel suo habitat e si spera che non decida di lanciarsi in altre avventure di questo genere. Non so come sia finita, invece, tra la Swoffer e il suo vicino…

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :