Magazine Cultura

Questo amore sarà un disastro di Anna Premoli.

Creato il 10 ottobre 2019 da Ely Gocce Di Rugiada
Questo amore sarà un disastro di Anna Premoli.
  • Lunghezza stampa: 241
  • Editore: Newton Compton Editori (7 ottobre 2019)
link d'acquisto
Edoardo Gustani è un rampante golden boy della finanza milanese, esperto di fusioni e acquisizioni, interessato a rilevare la maggioranza della Health Green, in difficoltà in seguito a qualche colpo di testa dell’ultimo amministratore delegato. Per portare a casa l’accordo Gustani deve convincere i membri della famiglia Longo, proprietari da comgenerazioni. C’è solo uno scoglio da superare: avere il parere favorevole di Elena, nipote delle quattro anziane azioniste. Elena non ha più nulla a che fare con la società, da quando il padre le ha preferito il figlio maschio come amministratore delegato. Ha voltato pagina e aperto un centro olistico nel quale le persone possono allontanarsi dal caos quotidiano. Edoardo non riesce a credere che Elena non voglia lasciarsi convincere dalle sue validissime ragioni. La sconfitta non fa parte del suo DNA. Decide quindi di trascorrere qualche giorno nel centro di Elena. È sicuro di riuscire a farla ragionare sfruttando il suo grande fascino. Ma ci sono imprevisti che nemmeno un cinico e calcolatore uomo d’affari può immaginare…
Un’autrice da 850.000 copie
Recensione:Mai dare nulla per scontato nella vita.Ogni giorno puo' regalare delle sorprese e sgretolare le nostre certezze.Una sconfitta può rivelarsi un trampolino per cambiare visuale ed iniziare una nuova vita.La regina del romance, oltre emozionarci e scaldarci il cuore, ci porta a riflettere su quanto la vita sia a volte solo questione di prospettiva e voglia di scoprire cose nuove.Un principio afferma tutto si crea nulla si distrugge e tutto si trasforma.
Nulla di più appropriato a questa storia.La felicità può essere nei posti più impensabili, basta solo aprire la mente.Non esistono certezze e regole in amore.Ogni giorno è un ' incognita.
Alla prossima anima lettrice.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog