Magazine Cultura

Questo romanzo di Balzac ti farà amare Balzac – Video

Da Marcofre

Questo romanzo di Balzac ti farà amare Balzac – Video

per quale ragione scrivi

" data-orig-size="700,466" sizes="(max-width: 300px) 100vw, 300px" data-image-title="picjumbo.com_IMG_3242" data-orig-file="https://marcofreccero.files.wordpress.com/2014/10/picjumbo-com_img_3242.jpg" data-image-meta="{"aperture":"2.2","credit":"","camera":"","caption":"","created_timestamp":"1383823787","copyright":"","focal_length":"28","iso":"200","shutter_speed":"0.0125","title":"","orientation":"0"}" width="300" data-medium-file="https://marcofreccero.files.wordpress.com/2014/10/picjumbo-com_img_3242.jpg?w=300&h;=200" data-permalink="https://marcofreccero.com/2014/10/15/adesso-spiega-perche-tu-scrivi/picjumbo-com_img_3242/" alt="perché scrivi" height="200" srcset="https://marcofreccero.files.wordpress.com/2014/10/picjumbo-com_img_3242.jpg?w=300&h;=200 300w, https://marcofreccero.files.wordpress.com/2014/10/picjumbo-com_img_3242.jpg?w=600&h;=400 600w, https://marcofreccero.files.wordpress.com/2014/10/picjumbo-com_img_3242.jpg?w=150&h;=100 150w" class="size-medium wp-image-7581 alignleft" data-large-file="https://marcofreccero.files.wordpress.com/2014/10/picjumbo-com_img_3242.jpg?w=584" />

Pubblicato su YouTube il 28 marzo. Ripubblicato su questo blog nello stesso giorno.

Andiamo in Francia, a scoprire uno degli scrittori più prolifici ed entusiasmanti. Sì, esatto: è lui: Honoré de Balzac!

Iscriviti al mio canale YouTube.

(Adesso sono anche su Telegram, lo sapevi?).

Per le strade di Parigi si aggira un disperato. Chiede udienza a un avvocato ma i suoi assistenti gli spiegano di tornare durante la notte quando il loro capo, sempre così impegnato, riceve.
E l’uomo torna. Di notte. E trova l’avvocato che accetta di ascoltare il suo caso. Si fa raccontare la sua storia.
Non è una storia qualunque. È quella del colonnello Chabert!

“Il colonnello Chabert” è un racconto del possente scrittore francese Honoré de Balzac qui nell’edizione di Newton & Compton con la traduzione di Roberto Bonchio. È uno dei capitoli di quel grande, immortale affresco della “Commedia Umana” che Balzac sviluppa nel corso di tutta la sua vita. Stiamo parlando quindi di un colosso della letteratura europea e mondiale, che ispirerà altri scrittori come Dostoevskij e Dickens.

Circa 10 anni prima, nel 1807, c’era stata la battaglia di Eylau, una cittadina della Prussia, allora, mentre adesso fa parte, con un altro nome, della Russia. Fu un massacro che non portò una chiara vittoria a Napoleone e alla sue truppe, anche se i francesi la considerarono una vittoria. Lì era presente il colonnello Chabert, che viene ferito alla testa, e in mezzo a quel marasma di morti e feriti i medici lo considerano morto. Quindi viene gettato in una fossa comune. Riesce a riemergere e viene accolto e curato da dei contandini.

Quando finalmente si riprende e inizia a dire chi è, la gente non gli crede. Lo considera o un pazzo, o un imbroglione. Il colonnello Chabert è morto, anche Napoleone lo ha dichiarato.

Il peggio deve ancora venire perché quando torna a Parigi, scopre che la moglie si è risposata e adesso ha 2 figli. Ha fatto carriera, come si dice, ma non è la sola: Parigi, tutta la Francia ormai sembra impegnata a fare carriera. Vale a dire ad arricchirsi, a conquistare un posto al sole e a difenderlo costi quel che costi.

L’avvocato crede a Chabert, e decide di patrocinare la sua causa. Ci sono buone possibilità, se non di ritornare alla condizione di prima (non si può certo annullare tutto quello che è successo durante quegli anni), almeno di abbandonare la condizione di miseria nella quale il colonnello Chabert si trascina. È tanto convinto della storia del colonnello, da prestargli del denaro.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog