Magazine Sport

Racchettinvalle 2013: “un grande successo”, parola di Luigi Chiabrera

Creato il 07 febbraio 2013 da Sportduepuntozero

Racchetteinvalle SestriereSi era sperato di raggiungerlo fin dal principio di quella che poteva a ragione definirsi la seconda vita della manifestazione, lo si sentiva nell’aria, tale si e rivelato sul campo. Racchetteinvalle 2013 è stato un successo, organizzativo, tecnico, scenografico. Lo conferma Luigi Chiabrera, infaticabile e lungimirante presidente della Turin Marathon e di molti altri eventi che da questa “grande madre” hanno trovato esternazioni: <<Il bilancio – afferma – a pochi giorni dallo svolgimento della gara, è positivo sotto tutti i fronti. Non nego che un po’ di timore lo avevo perché abbiamo organizzato tutto in pochissimo tempo, decidendo a nemmeno un mese dal via il trasferimento dalla sede storica di Pragelato, che ha ospitato le prime dodici edizioni di Racchetteinvalle, a quella di Sestriere.Abbiamo però immediatamente trovato proprio al Colle, cuore pulsante delle Olimpiadi Invernali del 2006, una concomitanza di situazioni, persone, Enti, pulsioni, tutte votate a fare della manifestazione un qualcosa di grande. Quando le premesse sono queste non si può che lavorare bene, anche e soprattutto in ottica futura. A Pragelato non c’erano più le condizioni per proseguire il percorso comune. Occorreva dare una svolta ed è stato fatto. Sono e siamo fieri di come tutto si sia svolto nel migliore dei modi. Stiamo già preparando per il prossimo anno dei pacchetti turistici da proporre ai partecipanti affinché sfruttino l’occasione della gara, agonistica e amatoriale, per fermarsi più giorni nelle nostre valli e conoscere questi splendidi luoghi>>.

Il percorso è piaciuto molto, tecnico e suggestivo: <<Anche questo è stato scelto e deciso in poco tempo. Ha consegnato agli occhi dei partecipanti e di quanti hanno voluto seguire la corsa, uno spaccato inedito di Sestriere, diciamo il volto meno conosciuto ma assolutamente splendido. Percorso tra i boschi, ad esaltare l’aspetto naturalistico e le bellezze della nostra montagna>>. Per chi l’Olimpiade l’ha vissuta a 360°, costruendola, è stato, come più volte affermato nelle occasioni di presentazione dell’evento, un vero e proprio ritorno a casa: <<Bellissimo anche per questo motivo aver organizzato Racchetteinvalle a Sestriere. Tutti uniti per una causa comune, come nel 2006. Basti dire dell’accoglienza riservata agli atleti, con i top runner ospitati in albergo a pochi metri dalla partenza; ed ancora della festa del venerdì sera al Tabata di Franchino, teatro delle serate olimpiche. Una festa dal titolo “Quelli delle Olimpiadi sono tornati. Così della cena al Palazzo dello Sport di Sestriere il sabato sera. Ringrazio e sottolineo la grande partecipazione di tutti, con in primo piano il Comune di Sestriere e la Via Lattea. Non è stato un caso che il direttore di gara fosse Gualtiero Brasso, direttore sportivo della Sestriere S.p.A>>.

Oltre 1000 partecipanti e grande livello tecnico: <<Numeri e qualità. Sono questi gli ingredienti di un grande evento e Racchetteinvalle 2013 lo è stato. Basta scorrere le classifiche finali per averne conferma>>. Guardiamo verso il 2014: <<Torneremo certo a Sestriere, per una nuova edizione della manifestazione. Stiamo pensando anche ad un’eventuale combinata. Il sabato una prova di slalom gigante, la domenica la “ciaspolata”. Temevo anche un po’ l’altura, con un percorso che sfiora nel punto più alto i 2250 metri ed invece i riscontri sono stati positivi anche in questo ambito. Parola di top runner e di grandi personaggi del mondo dello sport come Stefania Belmondo e il maratoneta D’Urbano. Si aprono anzi progetti per quanto concerne la possibilità di fare atletica durante l’inverno, non solo con le “ciaspole” ma anche semplicemente correndo su un terreno appositamente battuto. Uno scenario nel quale credo molto anche in ottica di training degli atleti>>. 

Condividi via:


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :