Magazine Sport

Rayo Vallecanno, Zozulya rescinde e ritorna al Betis. I tifosi: “No ai nazisti”

Creato il 01 febbraio 2017 da Agentianonimi

Rayo Vallecanno, Zozulya rescinde e ritorna al Betis. I tifosi: “No ai nazisti”

E’ durata “solo” 16 ore l’avventura di Roman Zozulya al Rayo Vallecano. Non sono valse a nulla le spiegazioni di club e giocatore compreso, i tifosi dopo il suo arrivo l’hanno letteralmente inondato di insulti e minacce e la lettera, mandata dal giocatore stesso, non è riuscita a far calmare le acque; pergiunta gli ultras madrileni hanno minacciato di far del male a Zozulya, di non andare più al Campo de Futbol de Vallecas e non tifare più finche non l’avessero mandato così, ecco il ritorno al Betis Siviglia. I Los Béticos (il Betis, ndr) hanno dato mandato ai propri legali di rescindere legalemente il prestito, che non potranno comunque schierare l’ex Dnipro fino a luglio perché fuori dalla lista per La Liga essendo passato proprio al Rayo . La contestazione nasce per il suo passato nell’esercito ucraino e le ipotesi di legami con gruppi militari e/o neonazisti, in più i tifosi Vallecas hanno esposto un durissimo striscione durante l’allenamento: “Vallekas non è un posto per nazisti“. Società e giocatore, non hanno potuto far nulla tranne che fare un passo indietro e rimandare Zozulya in Andalusia.

Rayo Vallecanno, Zozulya rescinde e ritorna al Betis. I tifosi: “No ai nazisti”

A cura di Onorio Ferraro

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUITECI SU AGENTI ANONIMI

L'articolo Rayo Vallecanno, Zozulya rescinde e ritorna al Betis. I tifosi: “No ai nazisti” proviene da Agenti Anonimi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :