Magazine

RBA riporta in edicola i “Viaggi Straordinari” di Jules Verne

Creato il 24 agosto 2018 da Michele227

RBA riporta in edicola la collana de I Viaggi Straordinari di Jules Verne a 10 anni esatti dall'ultima pubblicazione Hachette (nel 2003 prime e nel 2008 poi). Si tratta dell'edizione italiana della collezione che RBA distribuì in Spagna qualche anno fa, il cui nome per esteso è Jules Verne. La biblioteca dei viaggi straordinari.

Le differenze con le due precedenti edizioni non sono molto sostanziali, ma ci sono piccole differenze che ne giustificano l'acquisto almeno per le prime uscite anche per chi, come me, ha quasi l'intera opera Hachette (a parte diverse altre edizioni anche in lingua originale).

Partiamo col dire che questa edizione RBA, così come quella Hachette, riproduce in modo fedele quelle che erano le copertine delle prime edizioni Hetzel: quello che si nota subito è la dominanza del colore di fondo blu rispetto al rosso, disegni policromi con finiture in oro e il pattern di copertina che raffigura il tema del battello con il faro. La copertina è di cartone rigido rivestita di un finto tessuto ruvido. Sulla quarta di copertina è presente il logo della J. Hetzel & Cie, casa editrice esclusiva degli scritti di Jules Verne.

RBA riporta in edicola i “Viaggi Straordinari” di Jules Verne

L'adattamento grafico della copertina è a cura della Tenllado Studio (Barcellona).

I volumi dell'edizione Hachette del 2008 erano di due dimensioni: una maxi e una in formato ridotto. Quelli che definiremo "maxi" avevano un formato di circa 25 cm x 17 cm, mentre i volumi più piccoli erano circa 21,5 cm x 14,5 cm. La versione del 2003 invece era interamente con il formato piccolo alla copertina mancava l'effetto dorato.

Il frontespizio riprende quello dell'originale, anche se ho notato un refuso dove c'è scritto "Illustrazioni di M. Riou", in realtà il celebre illustratore dei romanzi di Verne si chiamava Edouard.

Questa edizione RBA invece ha un formato leggermente più ridotto rispetto al maxi dell'edizione Hachette, e ha dimensioni di circa 23,5 cm x 16,5 cm.

Ma dov'è che è superiore questa edizione rispetto alle due precedenti? Nel contenuto, per fortuna. Laddove le edizioni Hachette erano, in certi casi, davvero povere di illustrazioni (ad es. Ventimila leghe sotto i mari presentava solo 4 tavole illustrate per un libro di quasi 330 pagine), qui ci troviamo davanti ad una vera e propria abbondanza di immagini, non le ho contate tutte ma c'è, mediamente, almeno una tavola ogni 4 pagine. Le illustrazioni di questo volume sono litografie di M. Riou. Su questo aspetto sono più simili alle edizioni Hachette uscite in francia negli anni '70.

Altro punto a favore di questa edizione è la qualità della carta, liscia e morbida al tatto e con un buon punto di bianco. Testi in carattere Garamond con una buona spaziatura che ne agevola notevolmente la lettura.

RBA riporta in edicola i “Viaggi Straordinari” di Jules Verne

Piccola chicca finale, ma in realtà ce ne accorgiamo già dal frontespizio, la presenza di due racconti di Verne: Un dramma al Messico (1877) e Dieci ore di caccia (1881).

Questo primo volume a 1,99€ è assolutamente da non perdere, che siate o no degli ammiratori di questo straordinario autore, sia che abbiate letto o meno Viaggio al centro della Terra. E poi la collezione Hetzel dei Viaggi Straordinari dovrebbe essere presente in ogni libreria che si rispetti!

Da segnalare l'offerta disponibile sul sito RBA con cui si possono acquistare le successive 3 uscite al costo di una sola.

Per altri argomenti su Jules Verne che ho trattato su questo blog ti rimando a questo articolo sugli illustratori.

Qui invece puoi trovare le mie impressioni ad un'altra collana RBA.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog