Magazine Cultura

#Recensi-dì Dialoghi oltre il miraggio di Marco Penzo

Creato il 18 giugno 2019 da Soleeluna

LA RECENSIONE A “DIALOGHI OLTRE IL MIRAGGIO”

Da ogni dialogo emerge la speranza.

Quando Marco Penzo, bussa alla porta del blog esordendo con un nuovo scritto, sai che sarà una lettura piacevole garantita.

Ebbene sì, oggi vi recensisco il suo nuovo libro Dialoghi oltre il miraggio edito da Morlacchi Editore.

Quando Marco Penzo bussa alla porta del blog esordendo con un nuovo scritto, sai che sarà una lettura piacevole garantita.

Ebbene sì, oggi vi recensisco il suo nuovo libro Dialoghi oltre il miraggio edito da Morlacchi Editore.

L’opera è una raccolta di dialoghi, da leggere in tutta tranquillità all’ombra di un pomeriggio d’estate .

Il libro si pone come intermezzo per far emergere l’aspetto più intimo dell’animale sociale, quale l’uomo sa di essere, che non è solo fatto di carne, di istinti ma anche di speranza, che ne caratterizza il suo spirito, quello che lo rende altro dall’animale vero e proprio.

Così, in un susseguirsi di brevi ma profondi dialoghi, in situazioni diverse ma comuni, Marco dà voce attraverso personaggi storici, comuni e animali come una farfalla, a quelle che sono le minuzie dell’uomo, dà voce a quelle domande come l’esistenza di Dio, o di cosa sia fatta la Verità che dal principio attanagliano l’uomo e lo rendono volubile.

Da ogni dialogo emerge la speranza, filo conduttore di queste pagine piene di esperienza, che attraverso le storie ci porta alla ricerca del sommo Bene come itinerario verso la scoperta del vero che si contrappone alla vanesia ricerca di una parvenza di felicità, creatrice di illusioni.

E’ un piccolo libro intriso di esperienza, di quelle che almeno una volta nella vita ci piovono addosso da farci perdere la speranza, da far prendere il sopravvento a sentimenti come rabbia e l’ odio, che nel miraggio di un’utopistica verità ci fanno perdere la retta via. Un libro che scioglie dei dubbi e te ne aggiunge altri, tenendo la tua mente sempre in continua riflessione.

Pur essendo così intenso, la lettura risulta scorrevole grazie a un tipo di scrittura direi quasi favolistica, che rende il significato accessibile.

Ed io voglio lasciarvi con quello che al mio avviso è la citazione anzi prefazione del libro che ci aiuta a capirne la magnificenza.

L’uomo è, a mio avviso, un “animale dialogico”, che, attraverso l’utilizzo della parola, può modificare, cambiare, se non quindi migliorare il mondo. Partendo da questo punto di vista mi piace pensare che tale natura dell’uomo permetta l’emersione del medesimo da una realtà che troppo spesso fa valere ideali o anche valori fallaci, che spingono verso la via dell’intolleranza e dell’ignoranza. Scopo di ognuno è cercare il miglior modo per arrivare alla verità, che rappresenta il punto più alto del percorso umano. Ecco, l’uomo, seppur essere imperfetto, ha la capacità di comprendere, migliorare, esaltare la sua potenzialità di inventore di grandi opere. In fondo l’uomo è faber fortunae suae, ha la capacità di farsi “attore” della Storia, il paladino di uno sviluppo che possa portare al benessere e alla felicità, che non può essere considerata una mera utopia senza alcun fondamento, ma una libertà assoluta. L’uomo deve “patire”, sentire pienamente il limite dell’umanità, ossimoro di grandezza e pochezza, di bravura e mediocrità, che lo rendono un essere “speciale”, soggetto per di più alle logiche della Storia. Il miraggio, in questo senso, è preso nel suo aspetto più “oscuro”, nella sua idea di falso idolo, di fallace strumento per il raggiungimento della Libertà, della Felicità, della Verità: u. La Speranza vera è alla base dell’essere umano, il percorso, il fine, l’inizio di tutto: sperare è un grande metodo per sopravvivere a questo mondo e vivere per il raggiungimento del sommo Bene.

Recensione a cura di Rosanna

L'articolo #Recensi-dì Dialoghi oltre il miraggio di Marco Penzo proviene da BLOG PER SCRITTORI EMERGENTI.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines