Magazine Cultura

Recensione a: “L’eco del mio cuore” di Annarita Pizzo, Butterfly edizioni

Creato il 19 giugno 2015 da Soleeluna

fotoAnna è una giovane donna a servizio di una nobile famiglia di Sanremo. Instaura un bellissimo rapporto d’amicizia con la padrona di casa, ma ancora non sa quali perversioni attraversano la mente di Ottavio Olivieri. Le serve a servizio della casa, scompaiono, misteriosamente, poco tempo dopo essere state assunte. Anna ha solo tredici anni quando il padrone si approfitta di lei senza scrupoli. Ed è così che la ragazza, allontanata da tutti, partorisce un figlio che le viene strappato prima ancora che abbia emesso il primo vagito.

La vita prosegue, Anna va avanti e suo figlio cresce in una famiglia amorevole. Eppure si sa, il sangue chiama sempre e Orazio, a un certo punto della sua vita, non può fare a meno di cercare quella madre naturale che non ha mai conosciuto.

Annarita Pizzo intesse una trama dai risvolti cupi dove l’animo umano si presenta nelle sue forme più abbiette, in contrapposizione però ci sono anche personaggi molto positivi che creano un forte contrasto con i cattivi della situazione. Quello che appare chiaro al lettore è proprio questa differenza molto marcata fra i vari personaggi della storia, non ci sono grigi, non esistono indecisi, conosceremo solo buoni e cattivi, come se l’autrice volesse ricordarci che nella vita vanno sempre prese delle posizioni, bisogna decidere da che parte stare. Eppure, anche in mezzo a questa netta separazione fra bene e male, troviamo redenzioni inaspettate. È un forte messaggio di speranza quello che trapela dalle pagine di questo romanzo. Un messaggio che ci indica che se anche abbiamo sbagliato strada, non è mai tardi per rimediare agli errori commessi.

I sentimenti umani sono la base della narrazione e l’autrice ce li descrive con una sensibilità unica. Buone le descrizioni degli ambienti, non prolisse, forse qualche dettaglio in più avrebbe arricchito la storia, aumentando il coinvolgimento. Ben inseriti nel contesto narrativo i personaggi che agiscono secondo il tempo in cui l’autrice ambienta la storia. Al giorno d’oggi molti loro comportamenti ci sembrerebbero poco credibili, ma alla fine dell’ottocento l’omertà di fronte agli abusi che i servi subivano dai padroni, era la norma. Un grande pregio, questo, del romanzo stesso. Il sapersi calare alla perfezione in un tempo lontano dal nostro.

In un periodo in cui il Romance padroneggia su ogni genere letterario, è stato un piacere leggere questo romanzo che parla sì d’amore, ma nel suo senso più ampio e non essendo basato su una coppia.

Il libro ha un’unica pecca. È molto corto, si legge in un fiato, e invece sarebbe stato interessante approfondire di più le vicende entrando maggiormente nell’animo e nelle vicende dei personaggi. Un difetto che è anche un pregio perché vi troverete a non voler staccare gli occhi dalle pagine finché non scoprirete come si intrecceranno le vite dei personaggi.

Recensione a cura di Laura Bellini e Dylan Berro


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • LUKAS #11 - Recensione

    LUKAS Recensione

    Le tenebre dentroMichele Medda ci sta portando per mano, da abilissimo scrittore qual è, verso la fine di questa straordinaria avventura fumettistica o,... Leggere il seguito

    Da  Audaci
    FUMETTI, LIBRI
  • Recensione: Astrologia delle donne

    Recensione: Astrologia delle donne

    Astrologia delle donne di Marco PesatoriPrezzo Brossura: € 9,00Editore: Beat EdizioniPagine: 256Genere: Astrologia femminileIl carattere femminile è... Leggere il seguito

    Da  Annalisaemme
    CULTURA
  • Recensione: Ora So Volare

    Recensione: Volare

    Ora So Volaredi Michaela DePrince e Elaine DePrincePrezzo cartaceo: € 13,90 Prezzo E-Book: € 6,99Editore: MondadoriPagine: 273Genere: Storia veraMabinty è... Leggere il seguito

    Da  Annalisaemme
    CULTURA
  • Lukas #12 - Recensione

    Lukas Recensione

    La fine della prima stagione Doveva combattere fino alla morte. Per la sua seconda vita. Lukas Reborn Con queste parole, che accompagnano in modo didascalico... Leggere il seguito

    Da  Audaci
    FUMETTI, LIBRI
  • The Interview [Recensione]

    Interview [Recensione]

    Diretto Evan Goldberg e Seth Rogen, The Interview è, per chi negli ultimi ultimi mesi ha lavorato in miniera, quel film che stava per far scoppiare una crisi... Leggere il seguito

    Da  Paopru
    CINEMA, CULTURA
  • Lukas Reborn #1 - Recensione

    Lukas Reborn Recensione

    L'esordio della nuova stagione di Lukas, nell'arena!Il numero tredici di Lukas o il numero uno di Reborn? Cosa ci dobbiamo aspettare da questa nuova uscita... Leggere il seguito

    Da  Audaci
    FUMETTI, LIBRI

Magazines