Magazine Cultura

Recensione di: Andromeda Heights di Banana Yoshimoto

Da Paperottolo37 @RecensioniLibra

Banana Yoshimoto è un nome noto nel campo della letteratura moderna internazionale, non sfugge alla critica e conquista numerosi lettori appassionati di cultura del sol levante o meno, “Andromeda Heights” il primo di tre romanzi (Seguono, il regno ed il lago), il racconto inizia con Shizukuishi che telefona a Kaede; un medium in grado di prevedere il futuro ed ascoltare i cari defunti nell'aldilà, inizialmente la protagonista Shizukuishi, viveva in montagna con sua nonna, la quale preparava dei fantastici e buonissimi tè aromatici e curativi, per l'anima, nel tempo si era fatta un nome, finché un giorno decide di andare a vivere a Malta dal suo nuovo compagno, con l'occasione Shizukuishi parte per la città, alla ricerca di un lavoro e proprio in Kaede riesce a trovare il suo faro nella notte, un punto fermo che possa conciliare le sue doti curative dei tè di famiglia e l'animo puro di chi riesce ad ascoltare veramente le persone, nel frattempo porta con se i Catctus che gli aveva lasciato sua nonna, e dopo una serie di bizzarre disavventure, perde la casa in un incendio e si trasferisce dal suo datore di lavoro Kaede facendosi accettare anche dal suo compagno essendo omosessuale, ovviamente la storia continua nella seconda parte del romanzo.
Punti a favore: Andromeda Heights è una lettura leggera, un toccasana per l'animo, in poche pagine trascina il lettore nel mondo descritto da Banana Yoshimoto e coglie lo stato d'animo dei personaggi, in particolare emerge la personalità pura e cristallina di Shizukuishi, la quale rispecchia la fresca aria di montagna dove nata e cresciuta, proprio per questa sua sensibilità sarà in grado di trovare lavoro (quasi fosse un sorte di eredità di sua nonna), anche grazie alla sua simbiosi con la natura e con i Cactus (dove c'è uno stretto legame con il nonno), personalmente sono riuscito a leggerlo senza mai guardare l'orologio e riscoprendo la leggerezza della lettura in un romanzo semplice e piacevole allo stesso tempo.
Punti a sfavore: Banana Yoshimoto tende spesso a descrivere in maniera eccessiva i paesaggi, e la dinamica degli eventi, altre volte lo stato d'animo dei suoi personaggi emerge da una descrizione troppo superficiale, ma nonostante tutto in questo romanzo credo sia migliorata rispetto i precedenti, anche se a tratti ricade negli stessi errori.
Conclusioni finali: Se volete dedicarvi un attimo di Relax e staccare la presa dallo stress di tutti i giorni e dal mondo, Andromeda Heights è il romanzo che fa per voi, non è particolarmente impegnativo, scorrevole, e indicato al al lettore più inesperto.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :