Magazine Libri

Recensione di "La Stagione della Falce - La sognatrice errante" - Samantha Shannon

Creato il 26 dicembre 2014 da Annie_caffeine @annie_caffeine
Cari visitatori della Tana,
buongiorno e buon Santo Stefano! Spero che tutti voi abbiate trascorso un buon Natale e vi siate divertiti insieme alle vostre famiglie in questi due giorni.
Dopo due giorni passati tra cucina e famiglia anch'io, finalmente sono riuscita a ritagliami un attimo da dedicare al blog per parlarvi della mia ultima lettura, La Stagione della Falce di Samantha Shannon.
Questo romanzo, molto acclamato sia nel Regno Unito che negli USA è uscito in Italia un po' in sordina, tanto che fino a qualche mese fa nemmeno io sapevo fosse stato tradotto, quando in realtà è uscito a Marzo di quest'anno.

Pubblicato da Salani, il romanzo conta 516 pagine ed il prezzo è di € 16,80 per la versione in copertina rigida. Strano ma vero, questo romanzo non è mai uscito in ebook.


TRAMA
Londra, 2059. Paige Mahoney, diciannove anni, è una sognatrice errante, una chiaroveggente e, nel suo mondo, Scion, commette tradimento semplicemente respirando. È per questo che lavora in segreto in una piccola cosca criminale alle dipendenze di un uomo di nome Jaxon Hall. Il suo compito: monitorare l'attività eterica della sua sezione per controllare gli altri veggenti. Ma in un giorno di pioggia la sua vita cambia per sempre. In seguito a un'improvvisa ispezione su un treno, Paige scopre di avere dei poteri molto superiori a quelli di una comune veggente. Aggredita, drogata e rapita, viene trasportata nella perduta Oxford, una città tenuta segreta per duecento anni, controllata dalla potente e spietata razza dei Refaim. Paige viene assegnata a un Decano, un Ref di una bellezza indecifrabile e terribile, e dai piani misteriosi. Lui è il suo padrone. Il suo allenatore. Il suo nemico naturale. Ma è anche l'unico che può insegnare a Paige come sopravvivere in questa prigione, dove altrimenti sarebbe destinata a morire... Un racconto di coraggio, eroismo e amore fuori dagli schemi: un'avventura verso la libertà e l'indipendenza.


LA MIA OPINIONEAvendo sentito parlare più che bene di questo romanzo, le mie aspettative erano davvero alte. I booktuber americani e inglesi che seguo ne parlavano benissimo nelle loro videorecensioni ed è stato proprio grazie a loro che mi sono incuriosita e che ho preso l'ebook di questo romanzo in lingua originale. Poi un giorno mentre giravo in libreria mi sono trovata davanti ai romanzi in italiano e mi sono detta che dovevo assolutamente prenderlo.In una Londra del futuro, molto diversa da quella che conosciamo, Paige è una chiaroveggente e per le leggi della città commette reato già per il solo fatto di esistere. A Londra, così come in molte altre città europee i veggenti non sono tollerati e devono nascondersi, restando ai margini della società. Paige poi ha un potere particolare: è una sognatrice errante e oltre a riuscire a mettersi in contatto con l'Etere come tutti gli altri chiaroveggenti, ha il potere di mandare il suo spirito in altri corpi attraverso di esso. Il suo è un potere straordinario, che ha attirato la attenzione di Jaxon Hall, che le ha proposto un posto di rilievo nella sua cosca criminale per usarla come sorvegliante dell'attività eterica nella sua zona. Paige non ha esitato ad accettare e da tre anni lavora per Jax, ma deve lo stesso tenersi lontana dai guai e farsi notare il meno possibile quando gira per le strade, perché le guardie potrebbero catturarla in qualsiasi momento. Ma quando una sera sta per essere catturata sulla metro, Paige non esita ad uccidere una guardia con il solo potere dello spirito. Poche ore dopo viene catturata, drogata e condotta a Oxford, una cittadina che tutti credevano distrutta da due secoli ma che è ancora in piedi e popolata da persone dotate come Paige. Ma queste persone sono ridotte in schiavitù e governate dai Refaim, un popolo di origini antichissime. I Ref di solito sono spietati con i veggenti, anzi, molti muoiono per mano loro, ma Paige viene assegnata ad uno dei Refaim più importanti, il Decano, che avrà il compito di addestrarla perché i suoi poteri siano utilizzati nel migliore dei modi.Ma i Ref e il Decano in particolare nascondono molti segreti e Paige, catapultata in questo mondo terribile e sconosciuto, sta per scoprirli...Della trama non vi racconto altro perché oltre al rischio spoiler elevatissimo, i fili che la Shannon muove nel romanzo sono davvero molti.La storia ci viene raccontata dal PoV di Paige, il che per i primi quattro o cinque capitoli è insieme un vantaggio e uno svantaggio. E' un vantaggio perché siamo immediatamente catapultati nel mondo nuovo e particolare che la Shannon ha creato, sicuramente originale e ben tratteggiato, ma è uno svantaggio per il fatto che il romanzo non ingrana subito. Leggendo i primi capitoli ho faticato u po' a tenere un ritmo di lettura costante, sono dovuta tornare indietro un paio di volte per riuscire a collegare tutti gli elementi e per immergermi per bene nella lettura.Con i primi capitoli la Shanon mi ha spiazzata e credo che questo sia stato l'effetto che il romanzo ha avuto su molti lettori, perché ci trasporta da subito in un mondo che funziona in un modo particolare, ha i suoi equilibri e le sue leggi e proprio quando ho pensato di aver cominciato a capire come funzionavano gli ingranaggi di Londra, Paige viene catturata e portata ad Oxford, ma capire il mondo dei Ref è certamente più semplice, perché lo scopriamo poco alla volta insieme a Paige. Inoltre proprio mentre Paige i trova tra i Ref riviviamo insieme a lei alcuni dei suoi ricordi e questo ci permette di tornare a Londra e comprendere meglio come funzionano la città e la cosca, il che è utile non solo per questo romanzo ma anche per quelli che seguiranno.Ho cominciato ad apprezzare il romanzo proprio quando ha cominciato ad ingranare. Da quando Paige viene catturata dai Ref  comincia per lei un'avventura terribile e misteriosa, che pagina dopo pagina trascina il lettore per non lasciarlo andare fino all'ultima pagina.Ho apprezzato molto anche i personaggi. Sicuramente Paige è un bel personaggio, una protagonista che al contrario di molte altre protagoniste ho trovato ben proporzionata (non fisicamente, ma proprio come personaggio), unica nel suo genere. Dall'altra parte c'è il Decano, che con i suoi misteri  mi ha incuriosita sempre di più ed il fatto di voler sapere di più su di lui e sul suo popolo mi ha trascinata nella lettura.Ad essere ben disegnati però non sono soltanto i personaggi principali, ma anche quelli secondari, dai membri della cosca ai Ref e in particolare Nashira, la sovrana di sangue dei Refaim che incombe sempre più imponente e terribile in molti capitoli del romanzo.

La Stagione della Falce è soltanto il primo di sette romanzi, quindi per sapere se questa saga mi piacerà o meno è ancora presto, ma questo primo romanzo mi è piaciuto, per la sua originalità. E' una storia complessa e coinvolgente, ma che avvolge il lettore poco a poco. Non è un romanzo da divorare perché il suo ritmo è sapientemente studiato e anche nelle fasi più lente ci sono sempre degli elementi che incuriosiscono il lettore e lo portano a proseguire la lettura.La Shannon è un'autrice giovanissima, ma ha talento e fantasia. Non vedo l'ora di leggere The Mime Order, che arriverà nelle librerie inglesi e americane il 27 Gennaio e spero presto anche nelle nostre!

Il mio voto per questo romanzo è quattro riccetti!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog