Magazine Cultura

Recensione: E comunque non sei Kate Moss di Roberta Lippi

Creato il 06 aprile 2020 da Roryone @colorelibri

E COMUNQUE NON SEI KATE MOSS
Recensione: E comunque non sei Kate Moss di Roberta Lippidi Roberta Lippi
Prezzo: € , |Ebook: € 0,99 |Pagine: 137 | Genere: Narrativa self- help |Editore: Emma Book | Data di pubblicazione: 6 Marzo 2020
Trama

Lui non chiama. Il tuo capo è uno stronzo. Non hai avuto figli e li volevi. Hai i capelli bianchi e non li volevi. Ti senti grassa e flaccida. Sei un’amante ossessiva, una sportiva pigra, una fanatica del controllo, insomma, una donna. Pensi che niente potrà più migliorare. E invece sbagli. Perché il futuro è tutto da scrivere. E anche se ti nascondi dietro al dito di un ideale irraggiungibile capirai presto che puoi tirare un bel respiro e darti una calmata. Perché, anche se ti affanni, non sarai mai Kate Moss. Prenditi per mano e lanciati verso la tua nuova vita, perché i tuoi prossimi quarant’ anni saranno molto meglio dei primi. Saranno bellissimi. Saranno quelli che hai aspettato per quarant’anni.
 
 IL MIO PENSIERO SUL LIBRO

Ecco un libro che mi sarebbe stato di aiuto qualche anno fa, quando ancora credevo che la maggior parte degli uomini fossero principi azzurri timidi e timorati.
Se  qualcuno mi avesse aperto gli occhi, forse avrei perso meno tempo in storie scialbe con uomini altrettanto insulsi.
E quante volte mi sono guardata allo specchio, vedendo solo quel centimetro di ciccia in più e pensando di essere orribile?
Troppe volte, sicuramente tante quante quelle di tutte le donne.
Si perché diciamoci la verità, quando siamo giovani non ci piacciamo mai, e quando siamo "stagionatelle", guardiamo le vecchie foto e ci sorprendiamo della nostra passata bellezza.
E quante di noi, avendo passato la fatidica soglia, si sentano poco realizzate perché magari volevano un figlio e non l'hanno avuto, o perché avrebbero voluto una vita avventurosa e invece si sono ritrovate casalinghe disperate?
Ecco, l'autrice con questo libro molto ironico, cerca di dare alcuni preziosi consigli non solo alle donne vicino alla soglia dell' "anta", ma a anche alle ragazze giovani, spiegando tramite racconti di situazioni personali, come stanno veramente le cose e soprattutto come uscire da alcune situazioni imbarazzanti.
La scrittura è scorrevole e godibile, lo stile chiaro, ironico e in alcuni momenti dissacrante.
Buono l'equilibrio dell'show don't tell, dove l'autrice riesce a mantenere un bel ritmo di lettura, così da coinvolgere il lettore per tutto il racconto.
Essendo una sorta di vademecum, l'ambientazione è pressoché irrilevante, ma quando c'è è ben descritta.
Onestamente mi sono ritrovata, mio malgrado, in molte delle situazioni descritte dell'autrice e questo mi ha scatenato una riflessione: o queste coincidenze sono un caso, o la maggioranza di noi è portata a ripetere un determinato schema imposto inconsciamente dalla famiglia d'origine.
Se la risposta giusta è la seconda, care le mie donne di qualsiasi età, dovete assolutamente leggere questo libro per liberarvi una volta per tutte dai pensieri limitanti che vi portate dietro da una vita, per dire a testa alta e con sicura fierezza, " e comunque non sono Kate Moss" e ne sono felice!
Da leggere in completo relax, mangiando una bella fetta di torta, quella alla quale rinunciate sempre per mantenere la linea e bevendo un bel bicchiere di passito di Pantelleria.
Consigliato a tutte le donne, ma anche e soprattutto agli uomini che vogliono affacciarsi al nostro modo di pensare.
Recensione: E comunque non sei Kate Moss di Roberta Lippi
Recensione: E comunque non sei Kate Moss di Roberta Lippi





Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog