Magazine Cultura

Recensione: Eppure cadiamo felici

Creato il 18 luglio 2017 da Annalisaemme @annalisaemme

Recensione: Eppure cadiamo feliciEppure cadiamo felici
di Enrico Galiano

Editore: Garzanti
Prezzo cartaceo: € 16,90
Prezzo Ebook: € 8,99 
Pagine: 384
Genere: Narrativa moderna


Ci sono storie capaci di toccare le emozioni più profonde: Eppure cadiamo felici è una di quelle. Enrico Galiano insegna lettere ed è stato nominato nella lista dei migliori cento professori d’Italia. I giovani lo adorano perché è in grado di dare loro una voce.
«Sai perché mi scrivo sul braccio tutti i giorni quelle parole, “la felicità è una cosa che cade”? Per ricordarmi sempre che la maggior parte della bellezza del mondo se ne sta lì, nascosta lì: nelle cose che cadono, nelle cose che nessuno nota, nelle cose che tutti buttano via.»
Il suo nome esprime allegria, invece agli occhi degli altri Gioia non potrebbe essere più diversa. A diciassette anni, a scuola si sente come un’estranea per i suoi compagni. Perché lei non è come loro. Non le interessano le mode, l’appartenere a un gruppo, le feste. Ma ha una passione speciale che la rende felice: collezionare parole intraducibili di tutte le lingue del mondo, come cwtch, che in gallese indica non un semplice abbraccio, ma un abbraccio affettuoso che diventa un luogo sicuro. Gioia non ne hai mai parlato con nessuno. Nessuno potrebbe capire. Fino a quando una notte, in fuga dall’ennesima lite dei genitori, incontra un ragazzo che dice di chiamarsi Lo. Nascosto dal cappuccio della felpa, gioca da solo a freccette in un bar chiuso. A mano a mano che i due chiacchierano, Gioia, per la prima volta, sente che qualcuno è in grado di comprendere il suo mondo. Per la prima volta non è sola. E quando i loro incontri diventano più attesi e intensi, l’amore scoppia senza preavviso. Senza che Gioia abbia il tempo di dare un nome a quella strana sensazione che prova. Ma la felicità a volte può durare un solo attimo. Lo scompare, e Gioia non sa dove cercarlo. Perché Lo nasconde un segreto. Un segreto che solamente lei può scoprire. Solamente Gioia può capire gli indizi che lui ha lasciato. E per seguirli deve imparare che il verbo amare è una parola che racchiude mille e mille significati diversi. Ci sono storie capaci di toccare le emozioni più profonde: Eppure cadiamo felici è una di quelle. Enrico Galiano insegna lettere ed è stato nominato nella lista dei migliori cento professori d’Italia. I giovani lo adorano perché è in grado di dare loro una voce. Grazie al suo modo non convenzionale di insegnare, in breve tempo è diventato anche un vero fenomeno della rete: ogni giorno i suoi post su Facebook e i suoi video raggiungono milioni di visualizzazioni. Un romanzo su quel momento in cui il mondo ti sembra un nemico, ma basta appoggiare la testa su una spalla pronta a sorreggere, perché le emozioni non facciano più paura.


Recensione: Eppure cadiamo felici
Gioia ha diciassette anni e non è popolare a scuola, non desidera rientrare a casa dove la aspetta una madre in compagnia di qualche amico occasionale, non riesce ad andare d'accordo con i suoi coetani che sono incapaci di parlare senza filtrare anche le loro stesse emozioni. Lei non è così, è schietta e sincera, sono poche le persone che realmente la capiscono: Tonia è una di quelle, è la sua migliore amica, poi c'è il professore di filosofia e Lo, un ragazzo che ama vestirsi di nero e che gioca a freccette in un bar di notte. Eppure cadiamo felici è pura poesia, disarmante ed emozionante che vi lascerà senza fiato: i suoi protagonisti vi colpiranno dritti al cuore diventandone parte e sarà impossibile smettere di leggere. Enrico Galiano è un professore che ama il suo lavoro, lo si percepisce da ogni sua frase, nella versione cartacea adorerete il suo alter ego, il professore di filosofia, capace di guardare oltre la superficie dei propri alunni sino ad arrivare al loro io più profondo con l'unico scopo di risvegliarli e di indirizzarli. Gioia è un personaggio indimenticabile: la sua voglia di vivere, di andare oltre l'apatia dei suoi coetani e lo fa collezionando parole impronunciabili, le scrive sulla sua pelle e sul quaderno, le assapora sulla lingua sino a quando esse non iniziano a scorrere nelle sue vene diventando parte di sè stessa. Poi c'è Lo, un ragazzo misterioso che nasconde un segreto, e sembra l'unico in grado di capirla ed ecco quindi due personaggi sopra le righe una che ama le fotografie e la musica datata e l'altro che gira con un vaso pieno di sassi raccolti nei luoghi da lui visitati. Non ho amato particolarmente gli ultimi Young Adult usciti ultimamente ma questo romanzo è qualcosa di speciale, è una storia unica che riesce ad andare oltre la classica storia d'amore adolescenziale per parlare di ragazzi, dei loro problemi e delle loro ansie e per spingerli a non fermarsi alla superficie delle cose e delle persone. Un invito a parlare, a parlarsi ed a scoprirsi perchè il mondo è meraviglioso e abbiamo solo questa vita, questi giorni e questi attimi.
Durata totale della lettura: due giorni
Bevanda consigliata:  Tè alla rosa
Formato consigliato: Ebook

Età di lettura consigliata: dai 17 anni
Sito dell'autore: Enrico Galiano

Recensione: Eppure cadiamo felici
"Che cosa vuoi fare da grande?"
Recensione: Eppure cadiamo felici                      
   

                                        

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine