Magazine Serie TV

Recensione | High School Musical: The Musical The Series 1×09 "Opening Night"

Creato il 09 gennaio 2020 da Parolepelate

Finalmente vediamo lo show!! Siamo giunti alla sera della prima e i momenti awkward tra Nini e Ricky si sprecano proprio.

La peggior uscita di un personaggio di sempre la diamo a Gina. Era la migliore a mio parere, focalizzata sui suoi obiettivi, un po’ cattivella ma alla fine sotto sotto una bonacciona, super figa e talentuosa. E me la fanno uscire così senza un motivo valido. Poteva stare a casa di amici fino alla prima e poi trasferirsi con la madre. Ma no, dovevano dare il suo posto a Kourtney, che ha una voce pazzesca questo è vero però Gina non si meritava questo trattamento.
Meno male che è tornata solo per poco per mostrare le sue abilità nella danza nel numero di Stick To The Status Quo.

E poi Ricky che subito se la scorda e va a correre di nuovo dietro a Nini.
La canzone che cantano quei due insieme e mostrano delle scene in cui si fanno gli occhi dolci è da diabete.

Lo spettacolo è terribile, penso che abbiano fatto apposta a fare recitare male i ragazzi, altrimenti non si spiega. Le uniche parti belle sono quelle musicali e di danza, anche se come ho già detto le voci dei personaggi non mi fanno impazzire.

E alla fine, Ricky smolla la parte a EJ perchè ha visto la madre con il nuovo fidanzato ed è stato preso dal panico, anche perchè Nini deve fare bella figura in quanto nel pubblico c’è la direttrice di una scuola d’arte che valuta gli studenti.

Quindi cosa ci possiamo aspettare dal finale di stagione? Sicuramente molto trash.

Votazioni:

Trama: 4/10

Regia: 6/10

Lacrimometro/Divertometro: 4/10

Nota di merito: la performance di Stick To The Status Quo

Overall: 4/10

Sylvie

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

Ringraziamo: Film & Serie TV | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | Quelli delle Serie TV | I love telefilm & film ∞


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog