Magazine Palcoscenico

Recensione I tre porcellini: un musical Curvy dalla brillante ironia diretto da Gioacchino Inzirillo

Creato il 24 febbraio 2020 da Luana Savastano @VistaSulPalco
[VISTO: 22 febbraio 2020 | DOVE: Teatro Delfino (MI)]
Recensione I tre porcellini: un musical Curvy dalla brillante ironia diretto da Gioacchino Inzirillo

I tre porcellini un musical curvy, che vede alla regia Gioacchino Inzirillo con aiuto regia Mariasole Fornarelli, è un Family Show, sì, ma messo in scena da un cast di grandissimi professionisti del teatro che ha fatto, e fa attualmente parte, di importanti produzioni a livello nazionale. Non a caso il musical vanta la collaborazione della Compagnia della Rancia.

Lo spettacolo è basato sulla celeberrima storia de "I tre porcellini" (il musical originale è stato scritto dalla coppia Stiles e Drewe, rispettivamente per musiche, libretto e liriche), ma viene qui raccontata con leggerezza e humor intelligente, rispettando le esigenze del giovane pubblico a cui principalmente è destinato. A partire dalla durata di 70 minuti, un tempo più che giusto per mantenere sempre viva l'attenzione.

➡️ QUI L'INTERVISTA AL REGISTA

➡️ QUI LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO

Un testo ironico e pieno di humor

Ne I tre porcellini un musical curvy i dialoghi sono brillanti e non scontati (d'altronde la traduzione è di Michele Renzullo, co-fondatore della Compagnia della Rancia, importante sostenitore di questo progetto): funzionano così bene da rendere l'intero spettacolo godibilissimo scena dopo scena.

Il linguaggio utilizzato dai personaggi, quindi, non è il solito linguaggio dei bambini, usato a mo' di bambini, ma offre uno scambio di battute ironiche, dirette e allo stesso tempo efficaci, che i più piccoli hanno sicuramente apprezzato con le loro risate in sala.

    Recensione I tre porcellini: un musical Curvy dalla brillante ironia diretto da Gioacchino Inzirillo

Il cast che fa la differenza

Il merito per questa felicissima riuscita scenica va, senza dubbio, al cast: solo sette attori sul palco ma ognuno capace di mettere sullo stesso livello degli altri il proprio personaggio, dandogli la giusta intensità performativa. Meravigliosi e impeccabili in ogni intervento sono Elena Nieri e Marco Caselle, ossia la mamma dei tre porcellini e il lupo cattivo. Quest'ultimo, che a mio parere visivamente ha tanto del cattivo di Cats, Rum Tum Tugger, fin dalla sua prima comparsa è un lupo che piace, diverte e dialoga con i bambini che rispondono divertiti alle sue richieste.

Elena, che in questo spettacolo è anche direttore musicale, dà alla Mamma quella carica e vitalità in più che non ti aspetti dalla fiaba ma che ti fa amare il personaggio, qui non più secondario. E poi ci sono loro, i fantomatici tre porcellini, onesti e spontanei sul palco, divertenti e spassosi nella parola, nel gesto, nella mimica, nel canto: Gabriele de Mattheis, Federica Vitiello, Gioacchino Inzirillo. Tutti e tre sono pronti a non diventare un Bar - Bee - Kiu per il lupo ma ad imparare ad essere uniti come i pezzi di un puzzle. A loro si aggiungono i due bravissimi ensemble Luca Spadaro e Mariasole Fornarelli.

Un buon lavoro per creare verità scenica è stato fatto per i costumi, colorati e caratterizzanti, di Gabriele de Mattheis, e per le coreografie, vivaci e armoniose, di Luca Spadaro. Buono anche il lavoro di disegno luci di Roberto Chiartano e disegno audio di Gianluca Inzirillo.

Un musical che parla ai bambini

La produzione Chi è di scena, giovane ma con già all'attivo interessanti titoli, ha insomma saputo, sfruttare la fiaba per lanciare messaggi importanti attraverso personaggi conosciuti da sempre e da sempre amati dai bambini: il rispetto del punto di vista dell'altro, l'importanza del collaborare insieme (perché ogni pezzo è fondamentale per formare il puzzle), l'aspetto dell'eco-sostenibilità (quest'ultimo messo in luce dal desiderio di uno dei tre porcellini di voler costruire una casa ecologica).

Adorabili anche le musiche: non scontate, non banali ma "in sintonia" con i personaggi che le devono interpretare.

In conclusione

L'apprezzamento dimostrato dai presenti in sala è segno di come ci sia sempre bisogno di spettacoli, a volte etichettati come "leggeri" e "familiari" nell'impostazione scenica, ma costruiti per parlare ai più piccoli utilizzando tutti gli elementi propri degli spettacoli "per adulti".

Recensione I tre porcellini: un musical Curvy dalla brillante ironia diretto da Gioacchino Inzirillo
Pagina Facebook dello spettacolo: facebook.com/iTrePorcelliniITA
Recensione I tre porcellini: un musical Curvy dalla brillante ironia diretto da Gioacchino Inzirillo

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog