Magazine Libri

Recensione in Anteprima: "DELICATO È L'EQUILIBRIO" di Alice Chimera

Creato il 21 ottobre 2019 da Blog

Recensione Anteprima:


Titolo: Delicato è l’equilibrio
Autore: Alice Chimera
Editore: La Ponga Editore
Data pubblicazione: 21 Ottobre 2019
Genere: Fantasy
Prezzo: 4,49€ – 16,90€
Disponibile sia in e-book che in cartaceo

SINOSSIL’Equilibrio è la legge, il meccanismo che fa funzionare la realtà, grazie a un complesso sistema di pesi e contrappesi le cui regole sono scritte nell’essenza stessa delle cose. Ma l’Equilibrio è delicato, e basta poco a comprometterlo. Nina lo sa, perché è una lucubrante, una persona molto speciale, come ce ne sono poche al mondo, incaricata di preservarlo a ogni costo, facendo in modo che il conto dei vivi e dei morti continui a tornare, mentre aiuta le anime dei trapassati ad accettare il loro destino.
Nina però è stanca, e cerca qualcuno che prenda il suo posto. Questa persona è Laura, una giovane lucubrante a malapena consapevole della sua natura, e del tutto ignara delle minacce che si profilano sul suo cammino.

Recensione Anteprima: Recensione Anteprima:
Delicato è l’Equilibrio è un romanzo che mi ha affascinato sin dalla sua presentazione. Chi mi avrà seguito su Instagram ricorderà la famosa Mystery Box che l’autrice, Alice Chimera, mi ha consegnato in un placido sabato milanese ai tavoli di un McDonald.

Recensione Anteprima:

Una bag meravigliosa e un’enorme scatola bianca con una mano insanguinata sul davanti lasciavano presagire che mi sarei goduta il viaggio, e così è stato. L’interno conteneva ben otto pacchetti, due per ognuno dei quattro personaggi, due buste con sigillo in ceralacca, un bellissimo monile fatto realizzare dall’autrice da un artigiano e infine il sospirato romanzo. Un romanzo che ha avuto una genesi lunga, come ho scoperto nei ringraziamenti, che ha rischiato di non vedere la luce. E sarebbe stato un peccato.No, non lo dico perché nei pacchetti ho trovato bulbi di tulipani, boccette con foglie di sandalo, spartiti musicali e, soprattutto, decine di bustine di tè aromatizzato (di cui vado matta) e due dosi per preparare la cioccolata bianca alla cannella (di cui una è già sparita dopo poche ore dall’apertura della box). Sì, il contenuto era abbastanza allettante da comprare la mia gratitudine di blogger, ma non quella di lettrice: datemi un libro e divento una stronza senza cuore. Nemmeno una mozzarella di bufala campana e una sfogliatella riccia, che non mangio da quando mi sono trasferita nell’uggiosa Milàn, potrebbero corrompermi e indurmi a farmi piacere un libro che non ha nulla da comunicare (che sia scritto bene lo do per scontato).

Recensione Anteprima:

E be’, Delicato è l’Equilibrio di messaggi da comunicare ne ha tanti, fosse solo la visione dell’autrice di un mondo governato da equilibri insondabili che controbilanciano il bene con il male, e viceversa.Alice a questa convinzione ha dato una struttura da urban fantasy, cercando di racchiudere l’ineffabile in qualcosa di concreto, di conoscibile, regolato da leggi e di cui uomini e donne non comuni siano artefici.È affascinante, senza dubbio, conoscere l’Equilibrio insieme a Laura, protagonista che incarna il punto di vista del lettore e che come lui si avvicina a un universo in cui ricorrono parole come “lucubranti”, “guardiani” o ancora “cacciatori”; un mondo in cui i messaggi si lasciano con glifi e in cui le lacrime scarnificano la pelle. Tuttavia, è altresì terrificante affrontare le ansie di una vita che svuota il libero arbitrio di significato, attribuendogliene di nuovi, non migliori, non peggiori, ma di certo carichi di una angosciosa consapevolezza.Lo so, è difficile seguire il filo di una analisi senza conoscerne i presupposti, ma sarebbe un delitto privarvi di una scoperta graduale, di quell’eccitazione mista a timore che precede lo svoltare di ogni pagina in attesa di scoprire cosa succederà, quali saranno i misteri del mondo magico che l’autrice ha creato per il lettore.

Recensione Anteprima:

Posso dirvi, però, che il romanzo è costruito in modo interessante, intrecciando una storia delle origini, quella di Laura, che porta con sé le paure e gli entusiasmi delle nuove responsabilità, a una di rinuncia e discesa agli inferi, quella di Nina, l’eroina tragica che l’Equilibrio e la cattiveria dell’uomo hanno preso di mira. Posso parlarvi di Diego e Maurizio, due comprimari con due identità per certi versi ancora inafferrabili, che avrebbero bisogno di uno spazio maggiore (in particolare, lo richiede il rapporto tra Diego e Laura) che l’autrice ha in mente di concedere in un libro successivo che, però, necessita dell’approvazione e del sostegno dei lettori per vedere la luce.Badate bene, Delicato è l’Equilibrio è una storia conclusa in sé, o almeno compiuta nel segmento che prende in esame, quello dell’addestramento di Laura e l’apertura a un nuovo mondo, ma la lucubranzia e l’universo popolato di persone schiacciate dal peso dell’Equilibrio che con le loro azioni governano il mondo, salvandolo dalla catastrofe, potrebbero essere benissimo esplorati in decine e decine di libri, dando origine a una saga urban fantasy che gli amanti del genere adorerebbero. E Alice Chimera le doti per portarla avanti le ha eccome, racchiuse non solo nella sua fantasia ma anche in uno stile sempre godibile, mai sopra le righe, di immediata forza emotiva. Uno stile che andrebbe messo alla prova con sempre nuove e avventurose trame da ambientare in questa nostra bella Italia carica di magia, di storia e di tradizioni tanto esoteriche quanto cristiane che forniscono un retroterra di abbagliante fascino per la tessitura di vicende fuori dall’ordinario.

Recensione Anteprima:

Ma ritorno al romanzo in questione, senza lasciare che le mie speranze di lettrice sul futuro di Alice sommergano il parere puntuale sul libro in questione. Un romanzo consigliato? Indubbiamente. È delicato, come suggerisce il titolo; è centrato sulla forza e le debolezze di due donne che coinvolgono il lettore in una spirale sempre crescente di empatia; è angoscioso e angosciante, ma reca anche i semi di una speranza che vibra tra le pagine proprio nei momenti più terribili; è ottimista nella stessa misura in cui cercherà di annientare le vostre certezze, perché è vero che la vita è spesso un fardello, ma è anche sacrosanto che la nostra intrinseca forza può brillare solo se supportata dall’amore di chi ci circonda. Si sopravvive solo insieme, suggerisce l’autrice, e io spero di poter passare ancora del tempo insiemeai nostri quattro, spezzati eppure grandiosi, protagonisti. 
Recensione Anteprima:

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog