Magazine Cultura

Recensione: La Torre Maledetta dei Templari - Barbara Frale

Creato il 10 aprile 2020 da Roryone @colorelibri

LA TORRE MALEDETTA DEI TEMPLARI
Recensione: La Torre Maledetta dei Templari - Barbara Fraledi Barbara Frale
Prezzo: €9,90 |Ebook: € 1,99 |Pagine: 349 | Genere: Romanzo Storico |Editore: Newton Compton| Data di pubblicazione: 24 Febbraio 2020
Trama

Parigi, inverno 1302. Filippo il Bello, re di Francia, comanda l’armata più formidabile del mondo cristiano, ma il regno è sull’orlo della bancarotta. Per pagare i debiti di stato, il sovrano ha un piano che potrebbe costargli la scomunica: intende aggredire Firenze con un pretesto, per razziare le sue vaste riserve di fiorini d’oro. Ma non ha fatto i conti con Bonifacio VIII… La Signoria di Firenze, infatti, ha chiesto la protezione del pontefice, dal momento che in Vaticano abita la sola persona in grado di fermare il re di Francia: Arnaldo da Villanova, detto il Catalano, medico talentuoso benché tacciato di praticare la magia. Il Catalano può interpretare i misteriosi segni impressi nel più antico sigillo dei Templari, e così rivelare oscure verità sul leggendario Ordine combattente. Si vocifera, infatti, che nella grande torre dell’Ordine proprio fuori Parigi ci sia nascosta un’immensa fortuna aurea. I Templari potrebbero salvare la Francia, ma intendono davvero condividere il segreto della loro ricchezza?

Il più antico sigillo dei Templari può rivelare oscure verità sull’Ordine.
I signori di Firenze, il papa e il re di Francia si sfideranno per conoscere un antico segreto

Travolti da un insolito delitto è una storia nera e al tempo stesso ironica, un ritratto satirico e schietto di un mondo popolato da individui autentici e umani ma anche avari e disillusi.
 


IL MIO PENSIERO SUL LIBROAmo i romanzi storici, così quando mi hanno proposto questo titolo non ho avuto dubbi che sarebbe stato una piacevole lettura.E infatti così è stato, la trama è intrigante e riesce da subito a catturare l'attenzione del lettore.Filippo il bello ha bisogno di rimpinguare le auree casse del regno di Francia, che è sull'orlo della bancarotta.Pensa di risolvere il problema aggredendo Firenze per svuotare le sue riserve di fiorini d'oro.

Ma la città gigliata ha chiesto la protezione del Papa, così il re francese deve trovare una soluzione diversa.
Rivolge il suo sguardo verso i templari, dei quali si vocifera che siano possessori di un immenso tesoro.
Chiede così aiuto a un brillante medico, Arnaldo da Villanova detto il Catalano, che ha conoscenze così particolari da poter decifrare i misteriosi segni impressi su un antico sigillo dei Templari.
Ma i Templari vorranno aiutare Filippo a salvare il suo regno? 
La particolarità di questo romanzo è che non c'è un vero protagonista principale, ma ce ne sono vari.
Non è possibile analizzarli uno per uno per ovvie ragioni, ma posso dire che ognuno di loro ha le sue peculiarità e il loro carattere ben descritto e definito.
Particolare attenzione però vorrei porta su Filippo il bello .
E' un uomo chiuso in se stesso, quasi anaffettivo, carico di problemi da risolvere e con una rabbia repressa che in alcuni momenti esplode.
Unito in matrimonio con Giovanna di Navarra, vive con lei un rapporto conflittuale, dove lo vede protagonista delle gelosie e delle insoddisfazioni della moglie.
Ben strutturato sia psicologicamente che caratterialmente, risulta essere un personaggio carismatico.
La lettura è scorrevole  anche se il ritmo alcune volte è penalizzato dai molti personaggi presenti e dalla necessità di caratterizzazione di ognuno di loro.
Lo stile è chiaro  e si capisce che dietro la stesura di questo libro c'è un accurata ricerca storica.
Buon uso dello show don't tell con dialoghi verosimili e in linea con il tempo e l'ambientazione, che rendono i personaggi tridimensionali.
Bello il finale con piccolo colpo di scena.
L'ambientazione è ben descritta, riesce a far vivere al lettore l'atmosfera della seconda metà del 1200.
Un libro da leggere a lume di candela, seduti in una bella poltrona comoda immersi in un persistente profumo di lavanda di Provenza, sorseggiando ippocrasso e sgranocchiando dolcetti al miele.
Consigliato a tutti coloro che amano la storia e i romanzi storici.
Recensione: La Torre Maledetta dei Templari - Barbara Frale

Recensione: La Torre Maledetta dei Templari - Barbara Frale



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog