Magazine Cultura

Recensione: Moonlighter di Sarina Bowen

Creato il 22 ottobre 2019 da Susi
Nuova recensione!

Recensione: Moonlighter di Sarina Bowen Titolo: Moonlighter Autore: Sarina Bowen Serie: The Company #1 Editore: Self Trama: Solo nella mia famiglia un giocatore professionista di Hockey che guadagna sette milioni di dollari ad anno potrebbe essere considerato uno scansafatiche.
Sono al picco della mia carriera di atleta. Eppure il mio presuntuoso fratello cerca costantemente di assumermi nel business di famiglia: una società di sicurezza mondiale così segreta che non ne conosco neanche il nome.
Passo, grazie. Non ho bisogno di un lavoro estivo.
Ma l'idiota mi tende un'imboscata con una fanciulla in difficoltà. La fanciulla è Alex, l'insolente e competitiva ragazza che conoscevo quando eravamo piccoli. Ora è una bellissima donna mozzafiato in grossi guai.
Così indovinate chi è su un volo diretto alle Hawaii?
Si tratterà di una lunga settimana in paradiso. Il mio compito è quello di tenere Alex al sicuro mentre il suo è quello di torturarmi con i suoi microscopici bikini. O forse ci torturiamo a vicenda. Si tratta di commenti sarcastici e flirting finché la minaccia contro Alex non si fa seria. E questo atleta deve per forza di cose diventare un difensore di Serie A.
Moonlighter è un romanzo autoconclusivo. Senza cliffhanger e senza l'obbligo di conoscere ulteriori dettagli prima della lettura. Contiene: hacker, giocatori di hockey ed una stanza di hotel con un solo letto.


La mia recensione
Voto: 5 Stelle

Amo tutto quello che Sarina Bowen ha scritto, qualche romanzo un po' più di altri, ma di alcune serie sono completamente innamorata e leggere nuovi companion di anno in anno si rivela sempre come l'esperienza da lettrice che più amo fare perché non c'è nulla di bello che rilassarsi leggendo un mondo che si ama e che ci coccola come una coperta calda in autunno.
Con Moonlighter il discorso è un po' cambiato perché si tratta di una nuova serie, sempre spin off, ma che dà vita ad un nuovo mondo e per quanto amo la Bowen non ero certa che avrei apprezzato questa nuova storia quanto le altre perché i romanzi con un pizzico di suspense per quanto romantici possano essere non mi hanno mai fatto impazzire ma, al contrario delle mie aspettative, mi sono ritrovata catapultata in questo nuovo mondo dalla primissima pagina e non ho potuto fare a meno di innamorarmene perdutamente tanto che mi sono ritrovata a leggere di questi nuovi personaggi tutto d'un fiato fin ad arrivare alle battute conclusive.
The Company è una società che fornisce assistenza e protezione ma talmente esclusiva che solo i più conoscono il nome della compagnia, anche lo stesso Eric è allo scuro di tutto quello che riguarda il lavoro di suo padre e fratello maggiore, soprattutto quando Eric risulta essere la pecora nera di famiglia rifiutandosi categoricamente di lavorare con loro e, al contrario, proseguire con la carriera da atleta professionista di Hockey.
Tutto cambia quando un giorno inconsapevolmente Eric viene costretto ad accettare un lavoro di una settimana e aiutare una amica di vecchia data che ha bisogno di qualcuno che si finga essere il suo fidanzato.
Eric è sicuramente diventato uno dei miei personaggi preferiti scritti dalla magica penna della Bowen. Si tratta di un personaggio irriverente e simpatico ma che non manca di essere gentile, premuroso, disponibile e attento verso le persone che ama.
Alex, al contrario, è uno di quei personaggi moderni che vorrei vedere sempre di più nei romance, parliamo di una donna forte, intelligente e risoluta che ha sgomitato per farsi strada in un mondo lavorativo dominato dagli uomini. Potete capire quindi quanto abbia amato leggere di lei e fare il tifo a tutta forza e sostenere le sue scelte, scelte difficili e complesse che mettono in risalto quanto possa essere difficile al giorno d'oggi essere una donna in carriera senza dimenticare di sentirsi donna anche in tutti gli altri aspetti della vita.
In vero stile Bowen la storia ci viene narrata seguendo i due PoV dei protagonisti e, fatemi dire, mai come in questo caso ho trovato una perfetta simbiosi tra due personaggi che si completano a vicenda dando vita in questo modo ad un banter davvero divertente e appassionante nonché dar vita ad una storia intrigante e che sa tenere il lettore sulle spine perché non tutto è così semplice come sembra.
Ci troviamo di fronte alla più tipica storia friends to lovers e fatemi dire che mai come in questo caso ho amato leggere di due personaggi che sebbene abbiano una chimica pazzesca tra loro trovano il tempo di scoprirsi e comprendersi fino a mettere per iscritto che ciò che provano è vero amore.
Essendo uno spin off (di un altro spin off) siamo al cospetto di un romanzo dove compare sia lo sport (serie Brooklyn Bruisers) e le nuovi componenti suspense della nuova serie The Company dove sono sicura ci aspetteranno nuove e tante avventure all'insegna di Bodyguard, Security e società di intelligence segrete nei libri a seguire!
Purtroppo per quanto avrei voluto pregustarmi la lettura del romanzo e proseguire un po' alla volta, non ci sono riuscita e ho letto il romanzo tutto d'un fiato facendo le ore piccole, dimostrando a me stessa che per i romanzi della Bowen non ci sono né se e né ma perché mi conquistano ogni singola volta.
Sarà banale, ma voglio ribadire quanto lo stile della Bowen sia impeccabile perché fluido e scorrevole ma anche capace di emozionare il lettore come sole poche autrici sanno fare, senza dimenticare che ogni singola storia dell'autrice americana è arricchita di tematiche importanti e Moonlighter non è da meno.
5 Stelle
Ebook fornito dall'autrice
- A presto Susi
 

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines