Magazine Cultura

Recensione: Ricordati di Sognare

Creato il 02 aprile 2016 da Annalisaemme @annalisaemme

Recensione: Ricordati di Sognare
Ricordati di Sognare
di Rachel Van Dyken
Editore: Editrice Nord
Prezzo Cartaceo: € 16,40
Prezzo E-Book: € 8,99
Pagine: 336
Titolo originale: Ruin
Genere: New Adult
Ruin #1
Per due anni, è come se non avessi vissuto; ero persa in un baratro di dolore, da cui credevo non sarei più riemersa. Poi ho incontrato Wes Michels. Lui è il raggio di sole che ha squarciato le tenebre della mia esistenza, la luce che mi ha ridato la speranza e la forza di ricominciare. Mi sono affidata ciecamente a lui, anche quando tutti mi dicevano di non farlo: Wes è troppo ricco, troppo impegnato a diventare la nuova stella del football e, soprattutto, troppo corteggiato per rimanere fedele a una ragazza come me. Non sanno quanto si sbagliano. Non conoscono il suo cuore e sono all’oscuro del suo segreto. Su una cosa però avevano ragione: non avrei dovuto innamorarmi di lui. Ho paura che, se resterò ancora una volta sola, sprofonderò di nuovo nel baratro. Perché adesso so che ogni giorno passato con Wes potrebbe essere l’ultimo…

Letto, riletto, commentato e consigliato da legioni di fan in tutto il mondo, Ricordati di sognare è un romanzo struggente e carico di speranza. Perché quella fra Kiersten e Wes è una storia d’amore unica come ogni storia d’amore, e universale come solo le grandi storie d’amore sanno essere.


Recensione: Ricordati di Sognare
“Ricordati di Sognare” è il primo libro della trilogia new adult Ruin. Lo so, in questo periodo sto leggendo un po’ troppi new adult, ma che volete farci? È un periodo davvero full, come dice qualcuno di mia conoscenza, e gli unici momenti che ho per leggere sono quelli che rubo alla fase REM o quando mi sto spostando con i mezzi. Insomma, in entrambi i casi non si tratta di condizioni ideali per leggere libri impegnativi. Il mio povero neurone alzerebbe bandiera bianca e mi abbandonerebbe definitivamente.
Scusate il breve preambolo, ora torno a parlare di questo libro.
Kiersten sta per iniziare il college spera finalmente un po' di positività entri nella sua vita, anche se è difficile riuscire a superare il dolore e la paura di viviere che non l'ha più abbandonata da quando ha perso i suoi genitori. E poi c’è Weston, che è ricco, gioca a football e – ovviamente – è un gran bel ragazzo.
I due si incontrano (anzi, scontrano) quando Kiersten deve cercare il suo referente per avere il tesserino universitario. Da lì in poi, Weston sarà affascinato dalla nuova matricola, scontrosa e al contempo timida, e farà di tutto per tirarla fuori dal suo guscio. Ma Weston nasconde un segreto…. E non aggiungo altro, sennò vi rovino la lettura.
Ve lo dico subito, “Ricordati di Sognare” non è male, ma mi aspettavo che mi piacesse di più.  La storia è molto semplice e abbastanza in linea con altri libri appartenenti a questo genere. Il grosso problema, a mio avviso, è il finale, che non mi ha convinta del tutto... anche se basta leggere la pagina dei Ringraziamenti per capire perché Rachel Van Dyken abbia scelto di concludere la storia in questo modo. Quindi, se siete come me che iniziate a leggere un libro dai Ringraziamenti dell'autore... beh, questa volta non fatelo, altrimenti vi rovinate la lettura!
Come già detto, "Ricordati di sognare" fa parte di una trilogia, già interamente pubblicata in Italia, e credo proprio che mi leggerò anche gli altri due romanzi della serie, dedicati a due personaggi secondari di questo libro: Lisa, compagna di stanza di Kiersten (Ricordati di Perdonare), e suo cugino Gabe (Ricordati di Amare). Sono davvero curiosa di saperne di più su di loro.
Serie Ruin
1 - Ricordati di Sognare - Ruin
2 - Ricordati di Amare - Toxic
3 - Ricordati di Perdonare  - Shame
Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata: Infuso arancia e cannella
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autore: Rachel Van Diken

Recensione: Ricordati di Sognare      

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine