Magazine Cultura

Recensione: Se La Mia Vita Fosse Una Canzone

Creato il 13 dicembre 2019 da Roryone @colorelibri

SE LA MIA VITA FOSSE UNA CANZONE
 di Laura TanfaniRecensione: Se La Mia Vita Fosse Una CanzonePrezzo: € 16,90 |Ebook: € 8,99 |Pagine: 240Genere: Narrativa contemporanea |Editore: Sperling & Kupfer Data di pubblicazione: 22 Ottobre 2019

TramaUna trentenne single e sempre in ritardo, un lavoro non previsto come commessa e un sogno a centinaia di chilometri da casa. La vita di Olivia è una playlist in riproduzione casuale: ancora non sa quale sarà il prossimo brano... Quando era bambina, Olivia si vedeva a ventotto anni già sposata, madre di tre figli e, ovviamente, donna in carriera. Una Stilista, con la S maiuscola, per una famosa casa di moda. E invece, alla soglia dei trenta, è single, con zero figli e zero voglia di sposarsi, mangia cibo precotto perché non sa cucinare e non ha nemmeno un gatto perché è allergica. Nata e cresciuta in una piccola cittadina di diecimila abitanti, in cui tutti si conoscono e frequentano gli stessi locali, da quattro anni fa la commessa in un negozio di abbigliamento, un lavoro che le dà abbastanza soldi per arrivare a fine mese, ma nessuno stimolo, tra le richieste assurde delle clienti, lo stress del periodo natalizio e i nervi tesi nelle settimane dei saldi. A farle compagnia, in un anno che le cambierà la vita, gli amici di sempre, le storie su Instagram di chi conosce solo di vista, le serie tv Netflix, le liste interminabili di cose da fare e buoni propositi, e un paio di cuffiette che trasmettono la perfetta colonna sonora di ogni giorno. Nonostante tutti provino a convincerla che a un certo punto della vita i sogni vanno lasciati chiusi a chiave nel cassetto, Olivia non vuole ancora accontentarsi e continua a crederci. E imparerà che la vita ti sorprende, quando meno te lo aspetti. Un'autofiction ironica e disillusa, il ritratto di una generazione in lotta tra la precarietà e il desiderio di scrivere la vita a modo proprio.
IL MIO PENSIERO SUL LIBRO

Voi non ci crederete, ma ho scelto di leggere questo libro per il titolo, poichè è tutta una vita che gioco con mia mamma:" se la vita di questo anno fosse una canzone che canzone sarebbe?" 
Ho immaginato che la protagonista avesse delle caratteristiche simili alle mie, e devo riconoscere che in alcuni momenti mi sono chiesta se avessi mai conosciuto l'autrice.
Devo ammettere che in molte piccole manie e in alcuni avvenimenti mi ci sono davvero riconosciuta.
La trama quindi non può che essere molto verosimile, come solo le biografie sanno essere, anche se questo libro in realtà non è una biografia ma un bel romanzo di vita vissuta.Olivia è una trentenne single, innamorata pazza di un ragazzo più giovane di lei, con un lavoro che non la soddisfa ma con tanti vecchi amici che la sostengono e la consolano quando serve.
Ama la musica e quando vede una persona che come lei gira con cuffiette e ipod  non può fare a meno di sbirciare la sua play list.
Nonostante i suoi amici cercano di convincerla ad accasarsi con un bravo ragazzo, lei continua a credere nei suoi sogni, finché un giorno sembra che tutti i suoi desideri stiano per realizzarsi, oppure no?
Olivia è una ragazza carina, ironica, disordinata, sognatrice ed emotiva, sicuramente suscita nel lettore empatia e simpatia.
Ottimamente caratterizzata sia psicologicamente che caratterialmente risulta essere un personaggio in crescita.
Anche gli altri personaggi sono ben descritti e caratterizzati e hanno tutti delle loro peculiarità che li rendono tridimensionali.
la scrittura è scorrevole, lo stile chiaro, ironico, alcune volte evocativo ma sempre in linea con la trama.
Buon uso dello show don't tell con dialoghi verosimili che danno profondità al racconto.
Bella l'ambientazione che fa da perfetta cornice alla trama, anche se potrebbe essere ambientato in qualsiasi paese italiano, poiché le dinamiche sono simili ovunque.
Finale che lascia il lettore col fiato sospeso, e che presuppone che l'autrice voglia scrivere un ulteriore romanzo, o almeno io lo spero vivamente.
Una storia fresca, ironica e spensierata, anche se tra le righe possiamo trovare temi attuali come quello della precarietà.
Mi è particolarmente piaciuto come l'autrice affronta il tema della realizzazione femminile, poiché una donna spesso è costretta a scegliere tra carriera e amore, realizzazione personale o famiglia, spesso sentendosi sbagliata e con sensi di colpa qualsiasi scelta intraprenda.
Un libro per qualsiasi stagione, da leggere rilassati sul divano, bevendo birra e ingurgitando patatine, magari durante il fine settimana, quando fuori piove e abbiamo bisogno di una bella coccola di buon umore.
Consigliatissimo a tutti coloro che vogliono passare qualche ora spensierata e hanno bisogno di una dose di buon umore.
Recensione: Se La Mia Vita Fosse Una Canzone
Recensione: Se La Mia Vita Fosse Una Canzone

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog