Magazine Cultura

Recensione: "The Last Girl" di Joe Hart

Creato il 22 dicembre 2017 da Francikarou86
Recensione:
Buon pomeriggio, cari lettori! ^^Finalmente, riesco a parlarvi della mia ultima lettura, "The Last Girl", di Joe Hart, un thriller distopico molto particolare, edito La Corte Editore. Mi ha subito attirato per la sua trama e poi era da un po' di tempo che non leggevo un distopico e questo mi incuriosiva moltissimo. Ringrazio la casa editrice per avermi concesso l'opportunità di leggere il romanzo, in cambio di una mia onesta opinione.
<<Quanto vale una vita?>>
The Last Girldi Joe Hart
Recensione:
Serie: The Dominion Trilogy #1Prezzo: 16,90 euroPagine: 397Genere: thriller, distopicoEditore: La Corte Editore (collana Labyrinth)Data di pubblicazione: 9 Novembre 2017
Una misteriosa epidemia ha ridotto il numero di donne sulla terra a meno di 1.000. Le sopravvissute sono state isolate e tenute rinchiuse in un centro scientifico e, da oltre vent'anni, vengono trattate come cavie. Zoey, che ha sempre vissuto da prigioniera è determinata a fuggire prima di essere sottoposta a dei successivi test dai quali nessuna è mai tornata. La fuga sembra essere un'impresa impossibile e, in più, anche se avrà successo, Zoey non sa cosa la potrà aspettare fuori da quelle mura, in quel nuovo e inospitale mondo di cui non sa assolutamente nulla, se non le bugie con le quali è stata cresciuta. Zoey, che potrebbe essere una delle ultime speranze di salvare l'umanità, sarà costretta così a tirare fuori una forza e una brutalità che non pensava di avere per salvare innanzitutto se stessa e provare a conquistarsi quella famiglia che non ha mai avuto.
<<Il suo orizzonte è ormai diviso in due: uno di libertà e uno di morte. Non c'è nulla nel mezzo>>
Recensione: The Last Girl è un romanzo uscito per La Corte Editore che desideravo davvero tanto leggere. La trama mi aveva colpita da subito, per non parlare del fatto che io amo i romanzi distopici. Non avevo letto molte opinioni a proposito di questo romanzo di Joe Hart e non sapevo esattamente cosa aspettarmi. Posso dirvi, però, che in più di un'occasione è riuscito davvero a spiazzarmi. Ma procediamo con ordine. Zoey, la protagonista del romanzo, è rinchiusa, insieme ad altre ragazze, in un centro scientifico da quando è bambina. Dopo che una terribile epidemia ha ridotto notevolmente il numero delle donne sulla Terra, le ultime sopravvissute vengono tenute al sicuro in questo centro, dove vigono regole molto rigide. Ogni ragazza è affidata ad un Custode, che la segue passo passo e controlla che rispetti le regole, che non faccia troppe domande, che non interagisca con i ragazzi, figli dei Custodi. Studiano tutte, da sempre, lo stesso libro, che riporta le sole cose che vogliono loro sappiano. Leggere altro è assolutamente vietato. Tante cose sono vietate. All'età di 21 anni, ogni ragazza viene selezionata per una prova finale, l'ultimo sacrificio prima della libertà. O almeno, questo è quello che viene detto loro. Zoey non ha mai creduto a niente di ciò che hanno tentato per anni di inculcarle e vorrebbe fuggire da quella vita, da quelle mura, e dal misterioso destino che l'aspetta al suo ventunesimo compleanno. Ma non è facile quando sei sorvegliata 24h su 24. E soprattutto se non hai alleati. L'unico di cui si fida è Lee, il figlio del suo Custode, un ragazzo dolce e premuroso che la ama e che approfitta di ogni occasione per vederla, anche se è troppo rischioso, come ogni altra cosa lì dentro.
Recensione: E se per caso una di loro dovesse disobbedire alle regole, vengono punite severamente, rinchiuse in una stanza buia per dei giorni, ad affrontare le loro paure e incubi più terribili. Quando anche a Zoey tocca questa sorte, si convince più che mai a trovare il modo di fuggire. Elabora un piano e alla prima occasione lo mette in atto, ma nulla va come dovrebbe e si ritrova a dover improvvisare, a uccidere e a veder morire delle persone innocenti, prima di riuscire a evadere. E una volta fuori, sarà solo l'inizio di un altro incubo infinito. The Last Girl è un romanzo che ho trovato molto interessante, che non mi ha annoiata un secondo, sempre ricco di azione, di suspense, adrenalina e colpi di scena. L'autore ha creato una realtà dura in cui vivere, un mondo che ti schiaccia, se non sei forte abbastanza. Le donne sono in minoranza, sono una rarità, e sono anche una merce preziosa (e per questo devono stare sempre molto attente). Zoey, per sua fortuna, non è affatto una debole, anzi dimostra da subito di avere un carattere forte e deciso. Il suo personaggio è quello che sicuramente ho apprezzato di più, molto ben caratterizzato e dotato di risorse inimmaginabili. Fuori dal centro, si ritrova ad affrontare un mondo a lei completamente sconosciuto. Armata di coraggio e determinazione, percorrerà terre deserte, sopravviverà alla fame e alla sete, alla stanchezza, agli agguati di uomini pericolosi, a ferite gravi, ad una natura selvaggia e ostile. E agli incubi di ciò che si è lasciata alle spalle, incubi che la tormentano ogni momento. Ma non cederà mai, lotterà con tutte le sue forze, anche quelle che non credeva di avere, pur di salvarsi. E, nel momento in cui crede di non avere più speranza, ecco che incontra Ian, un uomo anziano che in qualche modo diventerà il suo angelo custode.
Recensione: Lui non è come gli altri uomini che ha incontrato, non vuole farle del male ma proteggerla e salvare le altre ragazze del centro, insieme ad un gruppo di altre persone. Il loro leader è Merrill, un uomo dalla tempra forte, che nonostante abbia una figlia rinchiusa nello stesso centro da cui Zoey è fuggita, non ha mai smesso di cercare il modo per tirarla fuori da lì. Con Zoey cercheranno il modo di attaccare il centro e salvare tutte le ragazze, mettendo fine alle bugie e alle macchinazioni di quella gente senza scrupoli che vuole sfruttarle per i propri scopi. The Last Girl è un romanzo forte, che inevitabilmente ti porta a riflettere e ti incoraggia a lottare con la protagonista, che da sola, riesce a ad affrontare bugie e orrori indicibili, uscendone spezzata ma anche più forte che mai. Il ritmo del romanzo è concitato, riesce a tenere col fiato sospeso il lettore, che curioso segue le vicende di Zoey, sperando in un lieto fine, dopo tanta sofferenza. L'unico elemento su cui purtroppo ho da ridire è la narrazione al presente in terza persona, che ha reso forse un po' meno scorrevole, in certi momenti, il testo e ha creato confusione anche nella traduzione (vedi tempi al presente e al passato in una stessa frase), oltre a non permettere di empatizzare con alcuni personaggi.  A parte questa scelta, secondo me non proprio azzeccata, il romanzo ci regala una protagonista tra le più intrepide di cui mi sia capitato di leggere, una protagonista che non si può fare a meno di ammirare. Davanti a situazioni estreme riesce sempre a cavarsela e, detto addio per sempre all'ingenuità che doveva fingere quando era rinchiusa, la vedremo compiere un percorso che la trasformerà in una persona completamente diversa.
Recensione: Dopo aver conosciuto il dolore, la brutalità e la violenza, la nostra eroina sarà in grado di affrontare anche il suo peggior nemico e non abbassare mai la testa. Una protagonista "cazzuta", come la definirei io, ma anche compassionevole, che non smette mai di pensare alle ragazze che si è lasciata indietro e che vuole a tutti i costi salvare. Anche alcuni tra i personaggi secondari sono degni di nota, come i già citati Ian e Merrill, ma anche Tia, Eli, Newton, Lily e il custode Simon. Mi sarebbe piaciuto conoscere meglio Lee, il ragazzo di cui Zoey è innamorata, ma compare davvero poco nel romanzo e, alla fine, non si riesce a comprenderlo bene, ma sono certa che nel seguito avrà molto più spazio. Come spero anche la sua storia con Zoey. The Last Girl, in definitiva, è un buon thriller - adatto ad una fascia di lettori anche più maturi - che parte da un'idea molto originale, su cui spero l'autore riuscirà ad approfondire ancora. In questo primo romanzo abbiamo avuto un assaggio della società inquietante in cui Zoey e altre donne come lei sono costrette a vivere, sfruttate e studiate come cavie da laboratorio. Ma c'è ancora molto da scoprire, chissà cosa il futuro riserverà a Zoey e i suoi amici, quanto ancora dovranno mettere in gioco, prima di assistere ad una vera rivoluzione. Intanto, un passo decisivo è stato fatto. The Last Girl è il primo romanzo di una serie avvincente, che nonostante qualche difetto, è riuscito a tenermi incollata alle pagine e a sorprendermi per i risvolti inaspettati e talvolta cruenti, per la resistenza della protagonista e per un gruppo inconsueto di eroi, ultima speranza di un mondo allo sbando. Una lettura intrigante, che consiglio in particolare a chi ha voglia di emozioni forti.
Recensione:
Voto: 4 tazzine di caffè! Un romanzo sulla sopravvivenza, con una protagonista agguerrita.
A presto!
xoxoRecensione:

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines