Magazine Cultura

Recensione: The Play di Elle Kennedy

Creato il 08 ottobre 2019 da Susi
Nuova recensione!

Recensione: The Play di Elle Kennedy Titolo: The Play Autore: Elle Kennedy Serie: Briar U #3 Editore: Self Trama: Cosa ho imparato dopo che le distrazioni dello scorso anno hanno causato la disfatta della stagione per tutto la squadra di Hockey? Basta col rovinare tutto. Basta cazzate, punto. Come nuovo capitano della squadra mi occorre una nuova filosofia: hockey e scuola ora, le donne dopo. Il che significa che io, Hunter Davenport, farò un voto di castità... non importa quanto difficile renderà le cose.
Ma non c'è nessuna regola che vieta di essere amico con una donna. E non mentirò – la mia nuova compagna di lezione Demi Davis è una ragazza in gamba. Il suo essere insolente è attraente da paura, così come tutto il resto, ma il fatto che la ragazza abbia un fidanzato elimina la tentazione di toccarla.
Tranne il fatto che tre mesi dopo Demi è single ed in cerca di un rimpiazzo.
E ci sta provando con me.
Evitarla è impossibile. Siamo in coppia per un progetto scolastico che dura un intero anno ma sono certo che posso resisterle. Non funzioneremo in ogni caso. I nostri stili di vita sono troppo diversi, i nostri futuri non si allineano e i suoi genitori mi odiano.


La mia recensione
Voto: 4 Stelle
Io adoro Elle Kennedy, penso sia una delle poche autrici per la quale posso confermare sia stato amore a primo romanzo letto. Ricordo ancora oggi l'euforia di quanto ho letto The Deal e dell'amore incondizionato che ho provato per quella storia, per quei protagonisti e per quella ambientazione.
Flash forward di tre anni, sette libri e una serie spinoff posso confermare di essere arrivata ad un punto dove voglio vedere l'autrice cimentarsi in una nuova serie con nuovi personaggi ma che soprattutto abbia un setting nuovo che possa farmi emozionare come è stata questa serie per me, la serie che mi ha fatto innamorare degli sport romance.
Questo non toglie che io abbia amato spassionatamente The Play, lo dimostra il fatto di averlo divorato in un pomeriggio, ma posso dire che sebbene sia un buon romanzo manca di quel qualcosa di unico e magico che purtroppo la Kennedy non riesce a conferire in tutti i suoi romanzi, quel senso di particolarità legato ad emozioni che vivono letteralmente sulla pagina che ho provato solo in The Deal, The Mistake e The Risk. Io ho amato tutto di questa serie, ho amato Dean – chi non ha amato Dean e il suo romanzo?, ho amato da impazzire The Play e Hunter ma non riesco a non vedere dei difetti, non riesco a non sentire costante quel senso di prevedibilità che mi fa sentire come questa storia sia forzata.
Questa è la storia di Hunter, l'ultimo dei ragazzi rimasto a vivere nell'appartamento ai confini del campus della Briar University. Rimasto solo dopo che i suoi amici si sono allontanati una volta finito il college, Hunter decide di rimettere in sesto la sua vita: ha chiuso con le donne e nel suo futuro c'è solo l'hockey e l'essere il miglior leader che i suoi compagni di squadra necessitano per arrivare a giocare i play off che l'anno precedente si sono visti sfuggire ad un passo dalla vittoria per un incidente di cui Hunter si sente colpevole. Ma cosa succede quando una ragazza inaspettatamente si impossessa completamente dei suoi pensieri tanto da portarlo sull'orlo dell'esasperazione nata da quasi nove mesi di astinenza? Riuscirà Hunter a distinguere il vero amore dalla mera attrazione e desiderio?
Demi è una ragazza studiosa, super impegnata, solare e anche super fidanzata. Non ha tempo da perdere seguendo le attività sportive del campus ma quando si ritroverà coinvolta a svolgere un progetto per uno dei corsi che entrambi seguono scoprirà quanto molto altro si cela dietro la facciata da jock che circonda Hunter. Pian piano nascerà una bella amicizia, un'amicizia che forse nasconde qualcosa di più.
La trope da quello che si può intuire è friends to lovers, una delle mie preferite perché è impossibile non concepire l'amore vero e duraturo come un rapporto completo e duraturo dove entrambi conoscono e comprendono le necessità della coppia.
Hunter si dimostra un personaggio dolcissimo, molto complesso che è stato un piacere leggere e scoprire. Ho adorato poter rivedere nei suoi occhi la sua amicizia con Fritz, Dean, Garrett, Logan, ma soprattutto è stato un piacere scoprire un personaggio che è capace di cambiare e prendere seriamente le promesse fatte.
Demi, invece, è un personaggio molto forte e carismatico, una vera latina in grado di essere l'anima della festa, circondata da amici che la adorano e che farebbero letteralmente tutto per lei.
The Play è uno slow building, un romanzo che si costruisce pian piano e che arriva a concludersi con una escalation di emozioni che lasceranno il lettore completamente soddisfatto della storia letta.
La parte che più ho adorato del romanzo è stato poter vedere chiudere un cerchio, poter rivedere i personaggi della serie vivere il loro happily ever after al quale presto si aggregherà anche Hunter è sicuramente una delle conclusioni più belle che avrei mai potuto desiderare.
Un romanzo da leggere per gli amanti degli sport romance, ma soprattutto un romanzo divertente e romantico che ha il chiaro stampo di fabbrica della Kennedy.
4 Stelle
Ebook offerto dall'autrice
- A presto Susi

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog