Magazine Cultura

Recensione: Ti chiamo sul fisso

Creato il 28 dicembre 2017 da Annalisaemme @annalisaemme

Recensione: Ti chiamo sul fissoTi chiamo sul fisso
di Rainbow Rowell

Editore: Piemme
Prezzo Cartaceo: € 18,50
Prezzo Cartaceo: € 9,99
Pagine: 360
Titolo Originale: Landline

Se si parla di macchine del tempo, un semplice telefono non sembrerebbe il modo più sofisticato di viaggiare nel passato... Eppure quando Georgie, madre di due bambini e autrice televisiva perennemente sotto stress, mette piede nella casa della sua infanzia, e in un momento di nostalgia alza la cornetta del vecchio telefono fisso - un vero reperto archeologico -, improvvisamente è trasportata a quindici anni prima. Non nel senso che può vedere il suo passato. Ma nel senso che può… telefonargli. Sperando che il passato risponda. Sperando che Neal, quello che oggi è suo marito e allora stava per diventare il suo fidanzato, risponda...
Perché se c'è una cosa che Georgie cambierebbe della sua vita è il modo in cui il suo matrimonio si è pian piano spento, fino a ridursi a quello che è oggi. Forse parlando al telefono con il Neal di ieri potrà rimediare a cose che oggi sembrano irrimediabili. Forse quello stupido telefono, così antiquato da essere ancora attaccato a un filo, può davvero darle una mano...
Con l'ironia e la freschezza cui ci ha abituati con Eleanor & Park, bestseller mondiale che ha battuto ogni record di permanenza in classifica, una delle autrici più amate d'America torna a raccontare una storia di sentimenti che a fasi alterne vi farà ridere e vi spezzerà il cuore. E vi insegnerà molto sul destino, sul tempo e sul vero amore.

Recensione: Ti chiamo sul fisso
La Rowell non smette mai di sorprendermi e ogni volta in modo diverso, con storie diverse e temi che non sono collegati tra loro e questo dimostra quanto eclettica ed allo stesso tempo abile e capace sia questa autrice. Dopo il divertentissimo Fangirl e il magico Carry On  adesso mi ha sorpreso con questo altro libro nel quale ci narra la vita di Georgie, una mamma, una moglie e una donna in carriera alla quale sembrerebbe non mancare nulla, ma in realtà il suo matrimonio con Neal e già da un po che sta scricchoilando e il tutto culmina proprio nel periodo natalizio quando ritarda alla partenze delle loro vacanze a causa del suo lavoro e Neal decide di partire ugualmente con i bambini lasciandola a trascorrere qualche giorno con la mamma a rivivere con la mente il suo passato. Passato che sembra ritornare con forza attraverso il suo vecchio telefono giallo che è ancora lì nella sua vecchia stanza e con il quale tenta di chiamare Neal per cercare di risolvere le cose, ma proprio queste sue buone intenzioni la sorprendono totalmente quando si rende conto che al telefono non risponde il suo Neal moderno ma quello del passato, del 1998, un ragazzino del quale forse si era dimenticata e che forse può aiutarla più di quanto possa fare il Neal moderno in questo momento. Una magia, il Natale ne nasconde sempre una per tutti e grazie alla sua Georgie si rende conto di tante cose, di come in tutto questo tempo sia lei che Neal per forza di cose abbiano messo da parte piccoli gesti e momenti che in un rapporto sono fondamentali, si sono ritrovati a parlare come non mai, confidandosi fragilità e insicurezze che spesso non dette possono creare molti fraintendimenti. A differenza degli altri questo libro sono riuscita a sentirlo più mio, forse è stato più semplice immedesimarmi in Georgie e forse il messaggio che l'autrice vuole lanciarci attraverso questa storia è facile da applicare nella vita vera se ci si ferma a riflettere sopra, insomma una lettura che ci fa ragionare su varie cose ma sempre con il sorriso sulle labbra visto che l'energia della Rowell è inarrestabile e in più una lettura che si addice perfettamente a questo periodo di feste.
Durata totale della lettura: Cinque Giorni
Bevanda consigliata:  Succo al mango
Formato consigliato: Cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 17 anni
Sito dell'autrice: Rainbow Rowell



Recensione: Ti chiamo sul fisso
"Se ti capitasse una seconda possibilità in amore, faresti di nuovo la stessa scelta?."
                      
Recensione: Ti chiamo sul fisso   

                                        

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine