Magazine Attualità

Record di trapianti: primato di eccellenza della medicina e ricerca dell’Università di Torino

Creato il 18 luglio 2017 da Retrò Online Magazine @retr_online
Record di trapianti: primato di eccellenza della medicina e ricerca dell’Università di Torino

A tale proposito, il rettore dell'Università di Torino, Gianmaria Ajani ha così dichiarato: "Lo straordinario risultato ottenuto dal Prof. Mauro Salizzoni e dalla sua equipe dimostra ancora una volta il primato della medicina e chirurgia universitaria torinese che ricade a beneficio dei pazienti. Non di meno, mette in luce il valore della ricerca clinica e la grande opportunità didattica formativa per i giovani medici e gli specializzandi dell'Università di Torino che hanno possibilità di apprendere in un contesto accademico rappresentato da competenze di livello assoluto".

Il rettore ha poi specificato che il traguardo raggiunto dal dott. Salizzoni ha un significato simbolico per tutto il campo di studio e ricerca dell'università torinese, che può contare sulla qualità del lavoro svolto dai professionisti e dai ricercatori. Di fatti "Prima e dopo il trapianto- ha aggiunto Ajani- si realizza un lavoro di ricerca di fondamentale importanza per la riuscita. I genetisti, coloro che operano nella biomedicina, osservano le condizioni e le studiano insieme al chirurgo. La riuscita dell'intervento sta indubbiamente nelle capacità del chirurgo, ma nella fase post-trapianto, in cui è necessario rendere l'organismo in grado di ricevere l'organo riducendo il rischio del rigetto, è fondamentale lo studio sul profilo genetico del ricevente, quindi della ricerca".

Secondo il registro mondiale dei trapianti dell'Università di Heidelberg (http://www.ctstransplant.org/public/participants.shtml), il Centro Trapianto di Torino è tra i primi 5 centri di trapianto al mondo e condivide questa posizione prestigiosa con i centri di Cambridge, Dallas, Birmingham e del London Kings College. Il record si è consolidato in poco più di 25 anni. Nell'ottobre del 1990, avveniva il primo trapianto di fegato - primo in Europa e quarto al mondo - su un paziente di 44 anni affetto da epatite virale che ha poi vissuto per 13 anni. Il primo trapianto pediatrico risale, invece, al 1999, effettuato su bambini affetti da patologie congenite.

Il Centro di Trapianto epatico di Torino, diretto dal Prof. Salizzoni, rappresenta un riferimento sia per la mole di attività e sia per i risultati qualitativi, come si evince dai dati che la rete italiana di trapianto espone sul sito del Ministero della Salute e che riporta tutti i risultati della sorveglianza che effettua il Centro Nazionale Trapianti (CNT - http://www.trapianti.salute.gov.it/cnt/cnt.htm).

Record trapianti: primato eccellenza della medicina ricerca dell’Università Torino

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :