Magazine Informazione regionale

Referendum ATAC: Copenaghen dice SÌ!

Creato il 07 novembre 2018 da Riprendiamociroma
Referendum ATAC: Copenaghen dice SÌ!

Copenaghen, con i suoi 613.000 abitanti (1.300.000 nell’area urbana) detiene il primato planetario della mobilità sostenibile.Referendum ATAC: Copenaghen dice SÌ!

È ritenuta senz'ombra di dubbio la capitale mondiale della ciclabilità. Si calcola che quotidianamente, circa la metà degli spostamenti in città avvengano in bicicletta, sia durante le giornate di sole estive, sia durante le fredde, buie e nevose giornate invernali. Ma la Capitale danese vanta un efficientissimo sistema di trasporto pubblico che si basa sulla rete ferroviaria suburbana degli S-tog, sugli autobus (gestiti dalla società Movia) e sulla metropolitana. 

Chi gestisce questo efficientissimo sistema di trasporto? Qui non si è in regime di monopolio ma si fanno le gare! La gestione della metropolitana è affidata, dal 2006, anno di aggiudicazione del primo appalto, a Metro Service A/S controllata al 100% da Inmetro - International Metro Service S.r.l. - Inmetro è una società italiana composta al 51% da ATM SPA  e al 49% da Ansaldo STS. Le due linee della Capitale Danese saranno gestite da Metro Service A/S fino al 2024, successivamente si andrà nuovamente a gara. Da sottolineare alcuni dettagli: la metropolitana di Copenaghen è in servizio tutto il giorno e tutta la notte, ogni giorno della settimana. Passano soltanto da 2 a 4 minuti tra ogni treno durante le ore di punta e da 3 a 6 minuti fuori dalle ore di punta e durante il fine settimana. Sono in costruzione altre due linee che inaugureranno nel 2020 per un investimento di 2 miliardi di Euro e sono previsti dei prolungamenti delle linee esistenti. Si punta, anche qui, alla conurbazione, raggiungendo attraverso il ferro le aree che ne sono sprovviste. 

Metro Service A/S ha anche vinto la gara per la gestione e manutenzione della Greater Copenhagen Light Rail Line3 (linea tranviaria). Il valore del contratto affidato a Metro Service è pari a circa 1.8 miliardi di Corone danesi (circa 240 milioni di Euro) per una durata prevista di 15 anni. Ma passiamo al trasporto su gomma. Anche i bus a Copenaghen sono rapidi e funzionali. Chi lo gestisce? Attualmente gli operatori presenti per il servizio sono ben 19 e rientrano nell’area di competenza di Movia.


Referendum ATAC: Copenaghen dice SÌ!
Fra queste, Arriva è la maggiore con il 41% del mercato; a seguire, City Traffik con il 13%, Ditobus con l’8%, Nobina con il 7%, mentre gli altri 8 operatori detengono congiuntamente meno dell’1% del mercato. Volendo effettuare un focus su quanto accade nella capitale, Copenaghen, a seguito della riforma strutturale del settore datata 2007, regola il trasporto pubblico  con un’unica normativa, applicabile sia alla Capitale che al di fuori di essa.
Referendum ATAC: Copenaghen dice SÌ!
L'unica specifica prevista per zona metropolitana di Copenaghen concerne l’obbligo di un biglietto comune e di un sistema tariffario unico per tutti i modi di trasporto, cioè autobus, ferrovie e metropolitana. Un sistema che funziona e bene ma “Roma è grande e Copenaghen, si sa, è  quanto Monteverde.... vecchio!” RR

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog