Magazine Maternità

Regalare emozioni

Da Mammachevita @mammachevita_g

Regalare emozioni

Nella vita di ogni genitore arriva prima o poi il momento nella quale c'è un occasione importante per la quale deve essere scelta la bomboniera che rappresenti quel momento unico: possa esso essere un battesimo, un matrimonio o un qualsiasi avvenimento per la quale si ha voglia di conservare un ricordo che possa durare per sempre.
Nel nostro caso ad esempio sia io che mio marito non abbiamo avuto dubbi nella scelta per quelle del battesimo dei nostri figli, che hanno rappresentato a pieno, almeno secondo noi, la sacralità del momento.

Al contrario per il matrimonio è stata una scelta fatta in modo "più superficiale" proprio perché inizialmente non avevamo nemmeno intenzione di farle decidendo poi di scegliere qualcosa che potesse narrare al meglio la storia della nostra famiglia senza però rinunciare all'originalità. Quando vidi quella che poi diventò il simbolo di quel giorno, pensai subito che fosse perfetta per noi e ricordo che anche per mio marito fu subito amore.
Nonostante tutto e nonostante io non mi sia mai pentita di quello che negli anni abbiamo scelto per le varie occasioni, sono sempre stata abbastanza convinta che la spesa per le bomboniere sia una parcella difficile da digerire soprattutto perché, economiche o meno, ritengo davvero che siano soldi "un pò buttati dalla finestra".

Io per prima infatti odio i soprammobili (e averne gia quattro o cinque in giro per casa mi manda fuori di testa) perché volente o nolente ti richiedono del tempo per la manutenzione comunemente chiamata pulizia o rimozione polvere, che si potrebbe dedicare tranquillamente al altro (ricordiamoci infatti che sono pur sempre una mamma pigra). E sicura che come me la pensino altre centinaia di persone, quando penso a quante bomboniere abbiamo ad esempio acquistato per il matrimonio, e alla percentuale di queste probabilmente finita in fondo al cestino dell'immondizia, onestamente mi viene male.
Non avevo mai preso in considerazione ad esempio le bomboniere solidali, un progetto per la quale il denaro speso può portare gioia e colore in tante vite di persone e bambini "sconosciuti" e non solo in quelle coinvolte nei festeggiamenti. E la parte più interessante è che ci sono diversi modi per fare della solidarietà e rendersi utili verso i meno fortunati quando si sta organizzando un grande evento: si può pensare alle bomboniere, alle candele, alle pergamene, alle partecipazioni. Persino alle fedi e al fotografo che se scelti con criterio possono essere una spesa fatta per aiutare i più bisognosi.

Regalare emozioni

Proprio recentemente infatti mi sto portando un pò avanti con quello che a fine anno sarà il terzo battesimo nella nostra famiglia (e non sono impazzita nel pensarci adesso, ma visti i precedenti meglio prima che dopo) e proprio per non farmi cogliere per l'ennesima volta impreparata scegliendo qualcosa di scontato, sto già iniziando a capire come potermi rendere utile per noi e per gli altri.
Ho iniziato a vagliare diverse opzioni e anche se per adesso quelle che ho potuto vedere dal vivo sono alcune tra le più semplici ed economiche devo ammettere che potrebbero essere una valida alternativa anche a feste che non siano un battesimo. Le bomboniere portaconfetti di Cesvi sono veri e propri doni creati per rimanere per sempre nelle case e nei cuori degli ospiti. Sia le colorate bomboniere a forma di casetta che gli eleganti sacchetti di lino sono sicuramente un modo pratico e originale per condividere la propria scelta di solidarietà.
Personalmente, alla scelta più semplice ed economica, ho avuto un vero e proprio colpo di fulmine con l'alberello bonsai (tra l'altro disponibile per diverse tipologie di spesa) che non solo non sarebbe la scelta della classica bomboniera ma anche qualcosa che racchiude la vita nel vero senso della parola. Probabilmente c'è chi si chiederà cosa centra un bonsai con il battesimo, beh... io credo che un albero come questo, che ha bisogno di cure e attenzioni, sia una rappresentazione perfetta del simbolo di questa sacralità che dona nuova vita.

Insomma avvicinandoci al periodo migliore per i festeggiamenti di matrimoni, comunioni e cresime, consiglio davvero ai genitori alla ricerca estenuante del ricordo perfetto, di valutare al meglio le proprie scelte considerando tutti i fattori che possono coinvolgere questo momento soprattutto dal punto di vista della beneficenza perché una spesa fatta con il cuore, oltre che render felici voi e unico un momento così speciale, può davvero regalare speranza a chi ne ha molto più bisogno.

Regalare emozioni
CESVI è un organizzazione che si occupa di progetti di lotta alla povertà in tutto i mondo, con il primario intento di portare un cambiamento duraturo nelle condizioni di vita svantaggiate, impegnata nella lotta all'AIDS con il progetto "Fermiamo l'AIDS sul nascere" e nella Tutela dell'Infanzia per dare ai bambini una via d'uscita dalla povertà con il progetto "Le Case del Sorriso".

Seguimi anche su Facebook e negli altri canali social di MammaCheVita

Regalare emozioni

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines