Magazine Società

Repubblica.Dem. del Congo /Presidente contestato e gravi disordini nel Paese

Creato il 29 dicembre 2011 da Marianna06

Con i carri armati schierati nelle vie della capitale, Kinshasa ,per prevenire nuovi scontri, martedì 20 dicembre Joseph Kabila ha giurato ufficialmente assumendo il secondo mandato presidenziale alla guida della Repubblica Democratica del Congo.

E questo ovviamente dopo le contestate elezioni di novembre.

Una situazione  di tensione che si fa di giorno in giorno più esplosiva sopratutto in vista di domani,30 dicembre, quando  il rivale di Kabila, sconfitto alle elezioni,Etienne Tshisekedi, ha annunciato di voler a sua volta giurare da presidente, rifiutando così il risultato delle urne che lo ha visto conseguire il 32% dei consensi.

Nonostante le cifre annunciate dalla Commissione elettorale nazionale indipendente(CENI), Tshisekedi si è, infatti, autoproclamato vincitore, contestando i dati diffusi, e si riterrà tale fino a quando non saranno riconteggiate le schede.

La tornata elettorale è stata comunque  caratterizzata da violenze e sospetti di brogli.

E da più parti si è detto a chiare lettere che i risultati pubblicati dalla commissione elettorale nazionale non rispecchiano né la verità delle urne,né la giustizia.

Sia organizzazioni per i diritti umani,tanto a carattere internazionale che locale, che esponenti politici, hanno già denunciato il potere in carica, che avrebbe spinto leForze Armate ad azioni brutali contro i contestatori di Kabila, compresi saccheggi, arresti sommari ed omicidi.

Nel mentre attendendo  gli eventi di domani e incrociando le dita, auguriamoci il minor danno possibile.

Anche se, date le premesse e conoscendo bene il contesto,  una "certa" calma  per le vie di Kinshasa sarà   sicuramente piuttosto difficile.

 

ndr.) Nella foto in basso: Kinshasa di notte.

 

   A cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)

Kinshasa%20out


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Italia, un Paese postmoderno

    Italia, Paese postmoderno

    Cesary Bodzianowski, Raimbow, 1995.* Dopo la pioggia viene il serenobrilla nel cesso l'arcobaleno.A proposito di verità e di ricerca di valori. A proposito di u... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il “Paese di merda”

    ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA! Quando questo blog è partito, oltre due anni fa,... Leggere il seguito

    Da  Fugadeitalenti
    ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ
  • Il “Paese di merda”

    “Paese merda”

    Dal blog La Fuga dei Talenti. Di Sergio Nava. Quando questo blog è partito, oltre due anni fa, mai avremmo immaginato di trovare un giorno, quale testimonial... Leggere il seguito

    Da  Malpaese
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Il paese dei Potsie

    paese Potsie

    C'è chi immagina scenari che, se avessero dato Happy Days in lingua originale coi sottotitoli, noi italiani «saremmo diventati un pochino più colti, più... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Un paese normale

    paese normale

    Il sindaco Nicola Maffei (PD) dopo la tragedia di Barletta: «Non mi sento di criminalizzare chi, in un momento di crisi come questo viola la legge assicurando,... Leggere il seguito

    Da  Antonio
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Haiti, Paese Occupato

    Haiti, Paese Occupato

    di Eduardo Galeano Global Research Haïti Liberté 5 Ottobre 2011 Consultate qualsiasi enciclopedia. Chiedete qual’è stato il primo paese libero in America.... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    SOCIETÀ
  • un paese feudale

    Lo sviluppo della vita democratica in Italia si manifesta, oramai esclusivamente, sotto la forma convulsa e inorganica di manifestazioni tipo quella degli... Leggere il seguito

    Da  Angel
    OPINIONI, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ