Magazine Fantasy

Review Party: DEUS MACHINAE

Da Eilanmoon @EilanMoon
Review Party: DEUS MACHINAETitolo:  DEUS MACHINAE
Autore: THEA HARRISON
Editore: TRISKELL EDIZIONI
Pagine: 413
Prezzo E-Book: € 5,99
Genere: ROMANCE CONTEMPORANEO
Serie: RAZZE ANTICHE #5
SINOSSI UFFICIALE:
Prima di incontrare Dragos, Pia Giovanni, mezza umana e mezza wyr, era sola e in fuga. Adesso ha un compagno, è incinta, e si sta dirigendo verso sud per riparare il fragile rapporto tra i wyr e gli elfi. Stare lontana da Dragos è doloroso, ma per il bene del territorio wyr devono capire come riuscire a essere compagni ovunque, non solo in camera da letto.
A New York, Dragos presiede ai Giochi delle Sentinelle ed è preoccupato per la sua compagna, ma sa che trovare due nuove sentinelle è essenziale per mostrare al resto delle Antiche Razze quanto forte e brutale possa diventare il territorio wyr.
Durante lo svolgimento dei giochi, però, i negoziati di Pia con gli elfi subiscono una svolta pericolosa, mettendo a dura prova il suo legame con Dragos e minacciando tutto ciò che hanno di più caro.
Review Party: DEUS MACHINAE
LA MIA OPINIONE:
“Il grande ritorno del Drago e della magia delle Razze Antiche!”
Le Razze Antiche è sicuramente una serie che nel panorama del fantasy si distingue per originalità e complessità di trama e personaggi, Thea Harrison è una penna che non si dimentica facilmente, ha uno stile appassionante e pieno di ritmo. Un quinto libro che non preclude una lettura autonoma anche se l’universo immaginifico dell’autrice è assolutamente imperdibile nella sua interezza e in cui ritornano i protagonisti del primo romanzo del ciclo. Un ritorno decisamente degno di nota sia per i personaggi che in generale per la saga, pubblicata dopo l’interruzione di un’altra casa editrice in cui si riprendono le fila di una storia che si pone al pari di saghe famosissime come quelle della Frost o della Ione, in cui azione e sentimento, personaggi sempre interessanti e caleidoscopici, personalità forti, intrighi e misteri si intrecciano alla magia del fantasy e alla dolcezza della storia d’amore. Romanzo dopo romanzo l’autrice si riconferma come una lettura di qualità che tiene saldamente le redini di una moltitudine di personaggi uno più interessante dell’altro e che in un crescendo di intensità e ritmo cattura completamente il lettore fino all’epilogo dolcissimo, inaspettato e totalmente in linea con la storia di questo libro. In questo volume vi è un intreccio di fondo articolato e reso magnificamente nella versione italiana, miti e leggende, magia e personaggi fantastici riescono a trovare ognuno il proprio spazio senza che nessun elemento della storia risulti forzato, anzi l’autrice riesce a renderlo reale e credibile. Con stile fluido e ritmato infatti il lettore a lettura ultimata quasi si aspetta che questa realtà possa esistere veramente, tanto sono vivide e appassionanti le ambientazioni e le vicende appena vissute. La storia si sviluppa in crescendo di colpi di scena e azione, di scene piene di adrenalina e avventura al cardiopalma, tutto nella scrittura dell’autrice sembra in crescendo, sia stilisticamente sia per quel che riguarda i protagonisti che crescono con la storia e di cui è impossibile prevedere quello che ci riserveranno per il futuro. Sicuramente le sorprese non mancano e non mancheranno, tanto che se l’autrice continua con questo livello non si può fare altro augurare lunga vita al Ciclo delle Razze Antiche!
GIUDIZIO COMPLESSIVO:
Review Party: DEUS MACHINAE= CAPOLAVOROArticolo originale di scritto da Eilan Moon Non è consentito ripubblicare, anche solo in parte, questo articolo senza il consenso del suo autore. I contenuti sono distribuiti sotto licenza Creative Commons.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine