Magazine Cultura

Review Party – Il cacciatore di libri proibiti – Omaggio #21

Da Nientedipersonale

Il cacciatore di libri proibitiIl cacciatore di libri proibiti

Roma, agosto 1559.

Paolo IV, il papa che ha emanato il primo Indice dei libri proibiti, esala l’ultimo respiro. Il popolo della Città Eterna insorge, abbandonandosi a devastazioni e profanazioni di una brutalità mai vista prima. Ma fatti ben più gravi e inauditi accadono nelle vie della città nelle stesse ore, eventi che hanno del miracoloso e di cui nessuno deve venire a conoscenza. Il cardinale camerlengo vuole che a condurre le indagini su quegli strani episodi sia Raphael Dardo, un agente segreto del duca Cosimo I de’ Medici, che era rinchiuso nelle prigioni di Castel Sant’Angelo per il possesso di una Bibbia giudicata maledetta.

Se vuole riacquistare la libertà e avere salva la vita, Raphael dovrà risolvere il caso prima che abbia inizio il conclave che eleggerà il nuovo pontefice. Con l’aiuto di un geniale alchimista, di due bellissime e astute cortigiane, e persino del grande maestro Michelangelo, Raphael inizia una ricerca che lo condurrà sulle tracce di un libro. Il più antico, raro, misterioso e pericoloso che sia mai stato scritto. I pochi che sono a conoscenza della sua esistenza lo chiamano Il Codice dei miracoli, e devono custodirne i segreti a tutti i costi…

Recensione

Non sempre è facile trovare libri storici che ci appassionino davvero. Ultimamente è stato per me molto difficile ma Il cacciatore di libri proibiti ha fatto la differenza.

Raphael è in prigione quando una serie di terribili omicidi scuote Roma. Lui è il solo in grado di fermare quello scempio e la sua libertà dipenderà proprio dall’esito della missione che gli viene affidata dal Camerlengo dopo la morte di un papa odiato da tutti. Inizia così la ricerca e la caccia ad un libro proibito e agli angeli che precedono queste assurde morti. Michelangelo Buonarroti, alla sua veneranda età, è ancora uno scultore famoso e amico di vecchia data del nostro protagonista. Lui dice di averli sognati, gli angeli. Messinscena o realtà?

Raphael è il cacciatore di libri proibiti. Colui il quale, con il supporto del duca Cosimo de’ Medici, va a alla ricerca di libri antichi e spesso definiti eretici dalla Santa Inquisizione ed è questo il motivo per cui il primo incontro con il protagonista è appunto in prigione. Il personaggio di Raphael è quello meglio costruito in tutta la vicenda insieme a Leccacorvo.

Il primo è colto mentre il secondo è quasi analfabeta anche se questa condizione non vincola il suo lavoro di birro, lavoro che peraltro è molto bravo a fare. Non manca di giudizio e sa valutare una buona strategie, non è forte di stomaco ma è umile e onesto. Il suo contributo, seppur non fondamentale ai fini della storia, rende la storia più interessante. Le sue mancanze sono il suo punto di forza. I personaggi troppo perfetti non sono i miei preferiti.

Il personaggio che mi ha incuriosito è stato Ariel. Un perfetto scassinatore, alchimista e inventore che deve le sue origini ad un personaggio realmente esisito. Il personaggio di Raphael invece non mi ha appassionata. Certo, sa come muoversi nell’ambiente. Ma al di là di questo senza aiuti esterni non sarebbe arrivato molto lontano…

Fabio Delizzos nelle sue note ci parla dei fatti reali e dei fatti di fantasia, adducendo che questo codice dei miracoli tanto ricercato potrebbe avere origine in testi che si credono persi ma che non significa che non siano mai esistiti. Ho apprezzato che realtà e fantasia si siano mescolati rendendo la trama più che interessante. Il cacciatore di libri proibiti, pur essendo ambientato tra la fine del 1550 e gli inizi del 1560 è scritto con un linguaggio semplice, diverso dal solito modo ampolloso di parlare. Si legge con facilità e senza dover sforzarsi a capire termini ormai andati in disuso.

I personaggi di Luna Nova e Selvaggia hanno avuto una parte ben misera all’interno del romanzo e mi sarebbe piaciuto leggerne di più anche se, effettivamente, con il romanzo non aveva molta attinenza. Di sicuro leggerò ancora qualcosa dell’autore dal momento che con Il cacciatore di libri perduti mi ha conquistata.

#2017readingchallenge


Acquistami: Il cacciatore di libri proibiti

Recensione - Il cacciatore di libri proibiti

  • Cover 10
  • Ambientazione 10
  • Personaggi 10
  • Finale 8
  • Stile 10
9.6 Average Score
Ringrazio Federica e tutta la casa editrice Newton Compton Editori per l’omaggio e per avermi dato la possibilità di collaborare con voi.

L'articolo Review Party – Il cacciatore di libri proibiti – Omaggio #21 proviene da Niente di Personale.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :