Magazine Libri

Review Tour: "Scontro col Destino" (Fallen Guardian Vol. 2) di Georgia Lyn Hunter (Hope Edizioni)

Da Valentinabellettini

Carissimi astronauti,
eccomi con la prima recensione dell'anno, e in occasione del primo evento speciale del blog: il Review Tour! Ma a dispetto delle prime volte, questo si tratta invece di un secondo volume :)
Attendevo con ansia il seguito dell'amatissimo "L'Ultima Resa" (la recensione QUI) e Georgia Lyn Hunter si è dimostrata all'altezza anche con questo secondo volume della serie Fallen Guardian.
Avevo letto anche la novella "Echo, mine" (vol. 1.5, recensito QUI) perciò ora non mi resta che scrivere la recensione di questa nuova uscita.
Titolo: "Scontro col Destino" (Fallen Guardian #2) Autrice: Georgia Lyn Hunter Editore: Hope Edizioni Traduzione: Ilaria Scorrano Progetto grafico: FranLu Genere: Paranormal Romance Data di uscita: 7 Gennaio 2020 Formato: cartaceo ed ebook Pagine: n.d. ISBN: 978-8855310178 Prezzo: € 12,90 cartaceo / € 3,99 ebook Link per l'acquisto: amazon
Sinossi: Essere un immortale senz’anima è già abbastanza brutto. Ma quando l’unica cosa in grado di preservare il suo onore è la dipendenza da un dolore incommensurabile, Blaéz diventa un pericolo per se stesso e per chi lo circonda.
Blaéz, un Guardiano che ha giurato di proteggere i mortali dal male soprannaturale, vive in bilico al limite dell’oscurità. Una buona azione lo conduce alla porta dell’unica donna il cui tocco è capace di riaccendere in lui le emozioni perdute nel Tartaro, ma è umana. Proibita. E farla entrare nella sua vita potrebbe distruggere entrambi.
Quando uno straniero bello da morire compare alla sua porta a notte fonda, Darci Callahan si scopre per la prima volta attratta da un uomo, che risveglia in lei il desiderio. Eppure Blaéz porta nella sua vita molto più di una passione inattesa: porta un pericolo fatale.
In questo nuovo insidioso mondo di dei e demoni, Darci scopre di essere al centro di un perverso gioco tra creature soprannaturali. La sua sorte è già stata stabilita da migliaia di anni, ben prima della sua nascita. Riuscirà la determinazione di Blaéz a spezzare il destino? A volte, non importa quanto tu possa amare qualcuno, devi amare abbastanza da lasciarlo andare…

Le recensioni e gli articoli di Universi Incantati


Fallen Guardian è una serie Paranormal Romance / Urban Fantasy ben strutturata, con protagonisti delle divinità del pantheon sumero, celtico e norreno, cadute nel nostro mondo. Capitanate dall'arcangelo Michael, queste divinità, dette Guardiani, sono destinate a proteggere la razza umana dalle forze del male; i demoni vivono in mezzo a noi, i Guardiani riescono a riconoscerli, dunque sono pronti a intervenire nel caso in cui abbiano cattive intenzioni. Quel che non vi ho ancora detto è che i Guardiani sono dei guerrieri belli e impossibili, ognuno con un difficile passato con cui fare i conti (sono caduti dal pantheon per un motivo preciso) e un tormento interiore. Chi salverà loro? L'amore, ovviamente! Portato da ragazze umane che nascondono qualcosa di speciale.
Nel primo volume "L'ultima resa" il guerriero protagonista era Aethan, e il cuore mi aveva battuto forte nell'attesa che si lasciasse andare con Echo: una storia d'amore che colpiva perché molto trattenuta dalle emozioni che Aethan si portava dal passato, e per via del potere immenso e letale che lo contraddistingue.
In questo seguito il protagonista è invece Blaéz, il Celtico, che non è proprio tormentato, ma peggio, dannato. Ciò che ha subìto nel Tartaro lo ha reso incapace di provare emozioni, e l'unica capace di spezzare il vuoto che ha dentro è quella legata al dolore: coi guardiani combatte i demonii, ma nelle lotte clandestine si lascia pestare e ridurre in uno stato pietoso. Una sera, la sua consuetudine è spezzata per salvare un ragazzino dalla lotta in gabbia; riaccompagnandolo a casa incontra la sua giovane zia, Darci, e inspiegabilmente, guardandola, prova qualcosa... Ma l'effetto svanisce quando si allontana da lei. Che cos'ha, la formosa bibliotecaria ventisettenne single, di così speciale? Tranquilli, non si tratta di insta-love, colpo di fulmine e quant'altro: c'è dietro una motivazione precisa e la scoprirete verso la fine del libro!
Quegli occhi vuoti, inquietanti, si strinsero. No, non vuoti; qualcosa di più profondo, più oscuro, si muoveva in quelle gelide profondità. La diffidenza le strisciò lungo la schiena, scacciando la sua belligeranza. Fu travolta da un dejà vu confuso. Ebbe la sensazione di aver già visto quegli occhi.
***  Era bastato un tocco della sua mano.
Un ruggito crebbe nella testa di Blaéz. L'aria fu risucchiata dal suo corpo come se avesse appena ricevuto un colpo mortale. I suoi sensi si risvegliarono, scorrevano come un fiume in
piena dopo una lunga siccità. Pendeva dalle sue labbra come un uomo che muore di
sete. E inalò con disperazione un'altra boccata del suo profumo.
Si notava quanto fosse sotto schock?
Diversamente da Aethan, Blaéz non può provare emozioni, dunque la sua storia con Darci si dimostra fin da subito più fisica. Sono diverse le scene di sesso esplicite e descritte nei particolari, dove Blaéz si dedica a Darci vivendo le sue sensazioni di riflesso, ma le scene risultano bilanciate anche grazie al punto di vista della ragazza, più sentimentale; siamo fortunatamente lontani dal concetto di "50 sfumature di Grigio" perché il sesso in questo libro è, come nel precedente, una sorta di "cura emotiva", nonché parte integrante e componente fondamentale della trama. L'autrice sembra volerci dire che il sesso non è solo un atto istintivo ma qualcosa di sacro e potente, e ancora una volta è riuscita a regalarci una storia insolita e sorprendente, dove amore e passione convivono nell'animo dei protagonisti.
Nella nuova coppia Blaéz è senza dubbio il più carismatico dei due, mentre Darci si mantiene interessante per via dei suoi tormenti che vanno dalla famiglia (fratello e cognata in difficoltà coi figli) fino a orrorifiche visioni! Occorre avvicinarsi alla fine perché tutte le verità siano rivelate, e nel frattempo vi troverete a elaborare le più fantasiose teorie. Personalmente ne ho azzeccata una, ma l'ho capita giusto un capitolo prima, quindi il mistero sa mantenersi piuttosto saldo fino al momento decisivo.
Lo stile dell'autrice alterna il punto di vista di Blaéz e Darci anche all'interno della stessa situazione, perciò il libro si legge avidamente; è scorrevole e linguisticamente semplice. Ogni tanto presenta dei brevi flashback o visioni che spezzano il ritmo per poi farlo accelerare, ma nelle scene d'azione ho notato qualche lacuna che mi ha impedito di capire bene i loro movimenti. Dal punto di vista sentimentale, invece, c'è una cura maniacale nel tracciare la personalità dei protagonisti.
La parte finale è una continua sorpresa, e sembra di essere saliti nell'ottovolante delle emozioni: cadute a non finire, risalite, discese ancor più ripide e rapide e infine... l'inaspettato. Un finale quasi da favola (una scena in particolare mi ha ricordato La Bella e la Bestia) che farà battere il cuore alle lettrici più romantiche.
Il volume conclude la storia sotto ogni aspetto, dunque si potrebbe considerare autoconclusivo, ma se si vuole avere una visione completa della realtà immaginata dalla Hunter, nei successivi si approfondiranno sicuramente quegli indizi che sono stati lasciati qua e là già dal primo volume.
Consiglio questo libro alle donne forti e passionali stufe delle storielle facili (in tutti i sensi, sia nei libri sia reali!), così come lo consiglio alle romantiche lettrici adulte che sognano ancora di trovare il Grande Amore, che non si tirerebbero indietro nemmeno se si trattasse di un uomo appena risalito dall'Inferno. Perché le ferite dell'anima si possono guarire, se credi nell'amore.
Il voto di Universi Incantati:
Cosa ne pensate, carissimi? La mia recensione vi ha incuriosito? Vi aspetto nei commenti e intanto, vi lascio i link d'acquisto di tutti i volumi usciti finora.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog