Magazine Tecnologia

Ricerca scientifica: Miriam Melis vince il “Gill Center Transformative Research Award”, un premio di rilevanza mondiale, assegnato ai migliori scienziati (appena cinque quest’anno)

Creato il 26 febbraio 2020 da Alessandro Ligas @TTecnologico

Ricerca scientifica: Miriam Melis vince il “Gill Center Transformative Research Award”, un premio di rilevanza mondiale, assegnato ai migliori scienziati (appena cinque quest’anno)Per la prima volta il prestigioso premio “Gill Center Transformative Research Award” varca i confini degli Stati Uniti e arriva in Europa: tra i vincitori di quest’anno figura Miriam Melis, docente di Farmacologia al Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Cagliari.

Si tratta dell’importante riconoscimento assegnato ogni anno dal “Linda and Jack Gill Center of Biomolecular Science” per finanziare non solo studi volti alla comprensione di processi biologici complessi, ma anche la formazione di giovani scienziati attraverso l’uso di tecnologie biomolecolari all’avanguardia, un approccio interdisciplinare e collaborativo soprattutto nel campo delle Neuroscienze. Ulteriore elemento che fa comprendere l’importanza del traguardo raggiunto è che in tutto il mondo sono appena cinque (compresa la prof.ssa Melis) gli scienziati a cui questo premio è stato assegnato quest’anno.

La prof.ssa Melis è stata individuata per il contributo da lei dato alla ricerca svolta nel campo degli effetti della Cannabis sul cervello e per la loro applicabilità in ambito clinico, con un premio che sottolinea in modo evidente l’altissima qualità raggiunta dalla ricerca svolta all’Università di Cagliari, riconosciuta ora a livello mondiale: per questo a settembre parteciperà all’edizione dell’annuale Simposio durante il quale riceverà il premio.

“Sono davvero molto contenta di aver ottenuto questo importante riconoscimento – spiega Miriam Melis – Purtroppo però questo tipo di ricerca in Italia ha i giorni contati. Un provvedimento dello Stato Italiano, in contrasto con le direttive europee e con quelle applicate ai ricercatori di tutto il mondo, impedirà presto lo studio degli effetti dei farmaci d’abuso (le cosiddette “droghe”) sugli animali sperimentali. Questa scelta, dettata da motivazioni ideologiche e anti-scientifiche, obbligherà i nostri ricercatori a espatriare per svolgere il loro lavoro, con ulteriore perdita di cervelli e di finanziamenti per il nostro Paese”.

Laureata a Palermo nel 1993, dopo un’esperienza al Mario Negri Sud, Miriam Melis arriva a Cagliari nel 1994 per lavorare sugli effetti della cannabis con il professor Gian Luigi Gessa, Professore emerito di Farmacologia dell’Ateneo sardo e Medaglia d’oro al merito della Sanità pubblica assegnata dal Presidente della Repubblica. Trascorre due anni a San Francisco (a UCSF) dal 2000 al 2002 da cui torna con una nuova metodica e un marito. In seguito si è interessata alle interazioni tra cannabinoidi endogeni e dopamina con una serie di scoperte di ricerca di base che sono state riconosciute a livello nazionale e internazionale con premi e pubblicazioni su prestigiose riviste internazionali.

Clicca e acquista su Amazon

acquista su amazon.it


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog